| categoria: politica

P4, scontro sulle intercettazioni. Alfano: sono costate un miliardo di euro

Il ministro della Giustizia Angelino Alfano

Intercettazioni, il Pdl va  all’attacco, il capo dei deputati Cicchitto attacca il metodo che ha portato alla richiesta di arresto per il parlamentare Alfonso Papa: “E’ necessario fermare il gioco al massacro”, dice.  “Quello che sta avvenendo con la sistematica pubblicazione di intercettazioni che non hanno rilievo penale, ma che riguardano la vicenda politica italiana, è semplicemente scandaloso, anche perché è una operazione mirata e a senso unico”.  La maggioranza prova a dare  una nuova stretta sulle intercettazioni dopo il clamore e l’imbarazzo provocato dall’inchiesta sulla P4. Per Cicchitto, e dunque per il Pdl, resta “inaccettabile” che si possa procedere contro qualcuno passando attraverso “conversazioni private”. “Nei mesi passati l’operazione è stata fatta su Arcore. Oggi sono stati intercettati alcuni ministri e altri uomini politici con l’evidente obiettivo di destabilizzare il Pdl. Queste operazioni di per sè assolutamente irregolari non vengono neanche fatte a 360 gradi. Ad esempio – ha aggiunto Cicchitto – ci immaginiamo quali effetti potrebbero esserci se fosse intercettato il maggior lobbista di Carlo De Benedetti, ma è evidente che in questo quadro egli può lavorare in assoluta tranquillità”. Quindi ilò Pdl lavora per fermare la pubblicazione delle intercettazioni sui giornali anche quando non hanno alcuna rilevanza penale”. Sull’intenzione della maggioranza di intervenire con una legge o con un decreto sulle intercettazioni interviene Michele Vietti: se n’è già parlato nella scorsa legislatura, ricorda il vicepresidente del Csm, “senza mai far seguire alle parole i fatti. Comunque non è mai troppo tardi”, aggiunge. Sull’ipotesi del ricorso a un decreto legge, Vietti non si sbilancia: “Questo riguarda il governo e il presidente della Repubblica”.
Per il ministro della Giustizia, Angelino Alfano “le intercettazioni che leggiamo sui giornali che sono anche divertenti ma che non hanno niente di penalmente rilevante non sono gratis per il sistema. Il debito accertato nei confronti delle ditte e degli operatori telefonici è di un miliardo di euro”.«La rilevanza o meno delle intercettazioni va valutata dal magistrato requirente e dal giudice giudicante, cosa che è regolarmente avvenuta» replica il procuratore di Napoli, Giovandomenico Lepore. «Eravamo obbligati a depositare le intercettazioni – prosegue il procuratore – per metterle a disposizione della difesa». Quanto alla spesa, «è chiaro – dice Lepore – che le intercettazioni hanno un costo, nulla è gratis. Se il governo pensa che gravino troppo sul bilancio, le vieti. Sono certo – conclude il procuratore – che il ministro Alfano, persona intelligente e preparata, voleva solo rivolgere un invito a limitare le intercettazioni per la crisi economica, ma la crisi non può bloccare il lavoro dei magistrati». Alfano nel suo intervento aveva ricordato che nell’ottobre del 2008, pochi mesi dopo il suo arrivo al dicastero di via Arenula, le ditte che fornivano il materiale per le intercettazioni avevano minacciato di bloccare il servizio perché non pagate da troppo tempo dal ministero della Giustizia. Dopo una serie di interventi disposti dal ministro Alfano, «i costi delle intercettazioni sono diminuiti nel loro importo complessivo di un terzo e questo – ha sottolineato il Guardasigilli – grazie alla strategia del fiato sul collo» sulle ditte stesse che per uguali servizi applicavano diversi prezzi in differenti uffici giudiziari.Nel frattempo l’inchiesta procede. E anche il Copasir vuole le “carte” sulla P4. Dopo la giunta per le autorizzazioni a procedere della Camera (chiamata a deliberare circa la richiesta di arresti domiciliari avanzata nei confronti del deputato Pdl Alfonso Papa) anche il comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica, presieduto da Massimo D’Alema, ha deliberato di chiedere alla procura di Napoli di trasmettere gli atti relativi all’inchiesta sulla P4 che potrebbero investire le attività del comitato

Ti potrebbero interessare anche:

Monti: è stata una follia candidarmi
Il caso Catania, scoppia la polemica politica. Salvini contro tutti
Renzi "chiude" il 2015 al Governo: "L'Economia cresce, tasse giù"
Il premier Matteo Renzi e il Pd in calo al 30%, M5S in risalita. Lo dice Berlusconi
Cannabis, arriva in aula l'ultima battaglia dell'estate
Rai: Di Maio, finché manca intesa non c'è presidente



wordpress stat