| categoria: attualità

La crisi continua ad uccidere. Suicida un imprenditore di Arezzo alle prese con Equitalia

La crisi continua, ininterrottamente, a mietere vittime. L’ennesimo capitolo di una tragedia che sembra senza fine avviene in provincia di Arezzo, esattamente in un luogo isolato della Valtiberina, tra i boschi dell’Aretino. E’ lì che si è tolto la vita Francesco, 27 anni. Era un artigiano ma chi lo conosce dice che aveva una vera ossessione: i debiti con il Fisco.L’hanno trovato i carabinieri nella sua auto. Con ogni probabilità si è ucciso facendosi asfissiare dai gas di scarico con i quali vrebbe saturato l’abitacolo dopo averlo collegato al tubo di scappamento. Francesco non ha lasciato nessun messaggio d’addio ma i suoi amici sono certi che si sia suicidato per la paura dei debiti. Aveva problemi economici e non sempre riusciva a pagare le rate di Equitalia e dell’Agenzia delle entrate. Infatti aveva dovuto chiudere la sua attività, che consisteva nell’arredamento di negozi e grandi magazzini di alta moda. Quando è stato costretto a chiudere, era tornato al paese d’origine ed è ripartito con un lavoro umile: il taglialegna. Nei prossimi giorni aveva un colloquio per un posto da addetto alla semina per una società di erbe medicinali.Nella sua agenda, ritrovata dai carabinieri, c’era segnato un appuntamento con Equitalia per martedì scorso: doveva definire il piano di rateizzazione di un debito di circa 40 mila euro, ovvero sei anni di pagamenti davanti a lui. Una morsa dalla quale non sarebbe riuscito a scappare. Alla vigilia di Pasqua, un primo segnale era giunto al fratello. Francesco gli aveva chiesto 50 euro per comprare una corda. Una richiesta allarmante, vista con il senno di poi. Ma nessuno poteva immaginare cosa stava maturando nella sua testa.

Ti potrebbero interessare anche:

PUGLIA/ Inchiesta sanità, rinviato a giudizio il senatore Tedesco
Spiraglio sul rientro di Latorre in Italia, ma nuove accuse sono all'orizzonte
Libia caos, le milizie "liberano" Sirte dall'Isis. Iraq, in 45 arsi vivi dal Califfato
"Infiltrati Isis negli Usa", cresce la paura di attentati
Sgominata cellula jihadista a Venezia. Volevano far saltare Rialto
Decaro: "Non siamo sindaci Usa, controlli spettano a forze dell'ordine"



wordpress stat