| categoria: salute

Perchè l’avocado aiuta a non invecchiare

È bello e delizioso, e – anche se ha la scorza dura – l’avocado ha un cuore tenero e davvero gustoso. È ricco di grassi, ma di quelli buoni: i monoinsaturi, che proteggono dalle malattie cardiache e da alcuni tipi di tumori. A dirlo è Nicholas Perricone, un noto dermatologo americano, che sottolinea l’importanza della presenza di questo frutto nella dieta. L’avocado ha quindi proprietà benefiche e, nello specifico, anti-invecchiamento simili a quelle dell’olio d’oliva, secondo lo studio svolto da Perricone e presentato al congresso dell’American Society for Biochemistry and Molecular Biology a San Diego in California. Questo frutto piriforme non dovrebbe mai mancare nell’alimentazione, insomma. Sarebbe l’olio di avocado, in particolare, quello utile come agente anti-invecchiamento: è in grado, infatti, di combattere l’effetto distruttivo dell’ossigeno dei radicali liberi. Questi innescano la reazione a catena che provoca la distruzione delle membrane cellulari, delle proteine e del DNA. Anche se posto così sembrerebbe dannoso per il nostro organismo, questo processo è parte delle conseguenze dell’invecchiamento, o – nel caso peggiore – degli effetti del tumore. I radicali sono molecole instabili, lo scarto, insomma, del metabolismo, e sono responsabili di tutte le malattie degenerative. Si formano naturalmente all’interno delle nostre cellule e aumentano anche a causa dell’inquinamento, del fumo e delle radiazioni. L’azione distruttiva dei radicali è indirizzata soprattutto verso i mitocondri, la centrale energetica delle cellule.Per fortuna, gli antiossidanti presenti negli alimenti – come nella frutta – riescono a contrastare l’aumento dei radicali. I più efficaci e quindi più consigliati sono il beta-carotene, le vitamine C ed E, gli oligoelementi selenio e zinco, possibilmente tratti da alimenti come legumi, verdura, cereali integrali e, appunto, frutta. Ma pare che proprio l’olio di avocado sia particolarmente efficace – se non di più rispetto ad altri frutti – in questo compito, neutralizzando anche i radicali mitocondriali. Sembra abbastanza? Eppure, questo frutto dal leggero sapore di nocciola contiene anche gli acidi grassi Omega 3 – ottimi alleati per la salute del cuore e del sistema nervoso – e diverse vitamine – B2, C e B6.

Ti potrebbero interessare anche:

Medicina: un sistema per lo studio precoce della schizofrenia
Smaltire "rifiuti" fa bene anche al cervello
Cnr, arriva il glutine digeribile
Il sonnifero migliore? La natura. «Vivere in campagna aiuta a dormire meglio»
Mamme con tv e pc durante biberon,così il bimbo rischia ingrassare
Metà dei bimbi allattati non riceve giusta dose vitamina D



wordpress stat