| categoria: Roma e Lazio

Fiat, i sindacati a Marchionne: un piano industriale per Cassino

Che fine ha fatto il piano “Fabbrica Italia”? La strategia messa a punto dall’Ad di Fiat, Sergio Marchionne avrebbe dovuto portare lo stabilimento di Piedimonte San Germano, in provincia di Frosinone a produrre 400.000 vetture l’anno. Oggi dal sito industriale escono circa 220mila automobili l’anno. E i sindacati chiedono conto al Lingotto dell’attuazione del programma. «Abbiamo urgente bisogno di un piano industriale – dice Francesco Giangrande (Uilm) – e solleciteremo la Fiat affinchè si possa arrivare a un esame della situazione». Tra lo stabilimento di Piedimonte San Germano e le aziende dell’indotto la Fiat dà lavoro a circa dodicimila persone. «La Bravo non è più appetibile – conclude Giangrande- la Delta è in difficoltà e si va avanti soprattutto con la Giulietta». I sindacati chiedono a gran voce di avviare a produzione nuovi modelli e su questo aspetto tutti sembrano concordi. Il convegno in corso a Cassino sulle prospettive dello stabilimento Fiat di Piedimonte San Germano, con l’intervento anche del presidente del Consiglio regionale del Lazio Mario Abbruzzese, è considerato un momento importante per riportare l’attenzione sulla fabbrica più importante della Ciociaria e del Lazio.

Ti potrebbero interessare anche:

Entri in bikini e compri con lo sconto
Affitti in nero agli studenti: la Finanza va alla guerra
La Leonori fa oscurare i manifesti abusivi dell'Ugl sui muri della città
Parigi, manifestazione (sconsigliata dalla questura) a piazza del Popolo. Niente sit-in a piazza Far...
Nuovo venerdì nero, stavolta si fermano vigili e maestre
Incendio all'ospedale San Pietro: trasferimento o dimissioni per gli oltre 400 pazienti



wordpress stat