| categoria: attualità

Sorpresa, Borghezio apre ai gay nella Lega

Qualcosa nella Lega sta cambiando. L’esponente del Carroccio che oggi ha invitato il suo partito ad aprire ai movimenti omosessuali è quello diventato noto per la parlata edulcorata, in cui un “culattone” non manca mai. Invece con Roberto Maroni al comando, anche un ultras come Borghezio sembra cambiato. «Noi chiusi ai gay? Per niente. La Legadeve essere aperta a tutti, anche agli omosessuali e alle loroassociazioni. Non abbiamo preclusioni per nessuno, men che menoper loro. Pensi che ci sono anche i leghisti comunisti,lontanissimi dal mio modo di pensare, ma che comunque hannodiritto di cittadinanza nella Lega», ha dichiarato`europarlamentare della Lega, ospite del programma KlausCondicio.

E alla domanda se sarebbe favorevole alla ricostituzione di “LosPadanos”, Borghezio ha risposto: «Che si tratti di Los Padanos odi altre associazioni di gay leghisti, non avrei nessunpregiudizio. In linea di principio, qualunque associazione cheparta dalla nostra identità e rivendichi l`orgoglio diappartenenza alla civiltà padana, anche se lo fa in nome di unaminoranza, ha ragion d`essere, quindi c`è spazio per tutti.Contrariamente all`immagine di xenofobi, intolleranti epersecutori delle minoranze che la politica ha voluto darci, noileghisti – ha rivendicato – rappresentiamo invece l`animaprofonda di un popolo che accoglie tutti quelli che rispettano ilnostro territorio, le nostre tradizioni, il nostro modo di vitae, quindi, ovviamente rispettiamo a nostra volta tutte leminoranze, non solo sessuali, ma anche religiose, etniche eculturali. Direi che questa cultura del rispetto degli altri èuna delle caratteristiche più profonde della Padania».

Ti potrebbero interessare anche:

I petardi incendiano i boschi di Genova, case minacciate
Biltz della Finanza, arresti eccellenti a Parma
STRAGE BUS/ Almeno tre indagati per tre filoni di inchiesta
VENEZIA/ Il ponte degli errori, la Corte dei Conti chiede a Calatrava danni per 3,8 milioni
Era cardiopatico il ragazzo morto in discoteca
E' morto Gianni Boncompagni, tra i grandi innovatori dello spettacolo italiano



wordpress stat