| categoria: sanità

Decreto Balduzzi, i medici di base minacciano un referendum abrogativo

I tagli alla sanità di questi mesi, compreso l`ultimo deciso nella notte dal Consiglio dei Ministri, “rendono ancora più assurdo il tentativo di riforma dell`assistenza territoriale contenuto nel decreto Balduzzi, in via di approvazione, che non può essere fatto a costo zero”. A protestare è lo Snami, il secondo sindacato dei medici di base per numero di iscritti, che è pronto a combattere il decreto con tutti i mezzi possibili, fino ad arrivare al referendum abrogativo.

Il tema sarà tra i principali discussi al prossimo Congresso nazionale del sindacato, dal 17 al 21 ottobre a Tivoli (Roma), dove si pianificheranno anche le azioni da intraprendere contro il decreto nel caso venisse approvato: “Siamo pronti alla raccolta di firme per un referendum abrogativo – annuncia Angelo Testa, presidente nazionale dello Snami – e non sarà difficile raggiungere il numero di firme necessarie appena i cittadini si renderanno conto di cosa stanno per perdere. Oltre a questo discuteremo le forme più adatte di protesta, dallo stato di agitazione al rifiuto di collaborare a campagne promosse dal ministero. Elaboreremo anche 10 domande `scomode` da porre al ministro Balduzzi da mettere sul nostro sito”.

Ti potrebbero interessare anche:

Welfare, oltre 3,3 milioni i caregiver che assistono familiari in difficoltà
Due anni per un intervento di ernia, italiani in fuga dalla sanità
Allarme pediatri, al Sud mortalità infantile del 30% più alta. Inaccettabile
Le pagelle della sanità, la Toscana supera l'Emilia, precipita la Lombardia
Pesce fresco in corsia, 2mila pasti e zero scarti
Necessari 18mila medici nei prossimi 3anni



wordpress stat