| categoria: sanità Lazio

San Raffaele, nessuna comunicazione dalla Regione, e comunque la somma è insufficiente

“L’azienda San Raffaele spa resta ancora in attesa di una comunicazione ufficiale da parte della Regione Lazio circa la formalizzazione dei fondi pari a 20 milioni sbloccati dal commissario Bondi e annunciati per ora solo a mezzo stampa”. E’ quanto fanno sapere dal San Raffaele dopo la riunione che si e’ tenuta nel pomeriggio tra i vertici della societa’. La somma dovrebbe essere erogata a Unicredit Factoring e, sempre secondo quanto fanno sapere, “sarebbe insufficiente a garantire la continuita’ della gestione corrente. Rimarrebbe quindi il rischio di chiusura delle 13 cliniche San Raffaele nel Lazio”. Il San Raffaele, come e’ stato piu’ volte ricordato dal gruppo, vanta con la Regione Lazio crediti per prestazioni gia’ erogate e riconosciute pari a 260 milioni e a rischiare la chiusura sono le strutture di Cassino, Viterbo, Montecompatri e Rocca di Papa, l’Irccs San Raffaele Pisana, San Raffaele Portuense, San Raffaele Flaminia, San Raffaele Trevignano, San Raffaele Sabaudia, San Raffaele Termini, Metamedica, MR3000 e San Raffaele Tuscolana.

Ti potrebbero interessare anche:

SAN CAMILLO/Prescritti: parla la direzione
Letti in corridoio e pazienti ammassati al pronto soccorso S.Camillo di Roma, video shock
Frosinone, sempre più precario il Pronto Soccorso, i Nas controllano
ASL ROMA6/ Al consultorio di Ciampino visite e consulenze gratuite e senza appuntamento
ASL ROMA5/ Monterotondo, inaugurato il reparto di lungodegenza
SPALLANZANI – Minacce a Claudia Alivernini, l’infermiera è costretta a togliersi dai social



wordpress stat