| categoria: attualità, economia

Spread sotto 287 punti, toccato ‘obiettivo’ Monti

Lo spread tra i Btp e i Bund si è ridotto fino a 286 punti base, raggiungendo così l’obiettivo indicato da Monti (287). Il rendimento del Btp a 10 anni è sceso al 4,30%.

Prosegue la corsa Piazza Affari dopo 4 ore e mezza di contrattazioni, con il Ftse Mib in crescita del 3,2% a 16.793 punti. Con lo spread Btp/Bund giù ed i future su Wall Street positivi dopo il voto sul budget Usa ed in attesa di dati macroeconomici, il listino milanese guida la volata insieme a Madrid (+3%), davanti a Francoforte (+2,17%), Parigi (+2,27%) e Londra (+2,14%). Sugli scudi i bancari Bper (+5,74%), Intesa Sanpaolo (+4,69%), Mediobanca (+3,82%) e Unicredit (+3,78%). Acquisti anche su A2a (+4,05%) ed Hera (+3,1%), all’indomani della piena operatività della fusione di quest’ultima con Acegas-Aps, annunciata al mercato lo scorso 17 dicembre. Bene anche Enel (+3,12%) ed Eni (+2,67%), mentre in campo editoriale corre Mediaset (+3,79%), che rimbalza dopo il calo delle ultime tre sedute. Acquisti su Fiat (+2,27%), favorita da un sondaggio di Bloomberg sulle vendite di auto negli Usa a dicembre, previste dagli analisti in crescita anche a dicembre. Bene anche Pirelli (+3,06%) ed Ansaldo Sts (+2,34%), che curerà la progettazione e la realizzazione degli impianti di segnalamento e automazione sulla linea ad alta velocità Treviglio-Brescia, per un corrispettivo di 82 milioni di euro.

Ti potrebbero interessare anche:

Pressing della Confindustria sui politici: "Serve una terapia d'urto"
Obama sceglie Yellen, prima donna alla testa della Fed
Il petrolio riparte con i tagli dell'Opec, Mosca respira. Kiev no
Francia, scontro tra pullman e camion. 43 morti, bus in fiamme
Brigitte, la prof diventata premier dame
Grande Fratello Fisco: da domani potrà pignorare i conti correnti



wordpress stat