| categoria: Roma e Lazio

Pestano un poliziotto (è in coma), individuati

Sono stati individuati dalla polizia gli autori del pestaggio subito da Antonio De Vincentis, ispettore in servizio al commissariato Viminale, durante la nottedello scorso Capodanno a Marino, vicino Roma. La Procura di Velletri ha emesso i provvedimenti di fermo nei confronti di quattro italiani accusati di tentato omicidio: uno è finito già in manette. Gli altri tre sono ricercati. Il poliziotto, ora in gravi condizioni, era intervenuto, mentre era libero dal servizio, per sedare una rissa tra quattro persone fuori a un ristorante vicino alla «Fontana dei Quattro Mori».
L’ispettore di polizia è in coma. Le condizioni di De Vincentis, 51 anni, ricoverato in Rianimazione del San Camillo, sono ancora «estremamente gravi» Gli zigomi rotti, la mascella fratturata in più punti, il naso irriconoscibile, un’orbita oculare sfondata. L’aggressione è avvenuta verso le due del mattino a Marino: De Vincentis stava rientrando a casa con la moglie dopo il cenone. Ha visto quattro scalmanati che si menavano furiosamente davanti al ristorante è quindi sceso dalla macchina, si è qualificato e ha cercato di sedare la rissa. Ma è stato investito da una scarica di pugni che lo hanno fatto finire in coma in ospedale

Giovedì 03 Gennaio 2013 – 11:02
Ultimo aggiornamento: 11:36

© RIPRODUZIONE RISERVATA

VUOI CONSIGLIARE QUESTO ARTICOLO AI TUOI AMICI?

DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO

Ti potrebbero interessare anche:

OLIMPICA/Maltempo: frana, fino a sei mesi per i lavori
Nozze gay, Marino: «Riconoscere i matrimoni celebrati all'estero»
Pd Lazio, pronta la mozione di sfiducia a Melilli, raccolte 112 firme
TERMINI/ Polfer, con varchi d' accesso calata dell'87% i reati
Scappano tutti, se ne va dopo un mese l'amministratore dell'Ama Solidoro
Poliziotti corrotti e rivelazione di segreti d'ufficio: arrestati 6 agenti



wordpress stat