| categoria: sanità Lazio

Miracolo Alessio: ora il Pronto Soccorso dell’Umberto I è a prova di blitz

“Dal 2013 il pronto soccorso dell’Umberto I e’ a prova di blitz. Chi vuole puo’ venire in qualisiasi momento e trovera’ una situazione diversa rispetto a prima”. Ad assicurarlo e’ Domenico Alessio, direttore generale del Policlinico Umberto I di Roma, nel giorno della visita del sindaco di Roma Gianni Alemanno e del senatore Domenico Gramazio al Dea dell’ospedale. “C’e’ stata una rivoluzione a livello organizzativo nella ‘piazzetta’ del pronto soccorso. Non c’e’ piu’ la promiscuita’ dei pazienti e l’intasamento del passato. Un miracolo – sottolinea Alessio – in un momento particolare come quello natalizio dove l’affluenza ai pronto soccorso del policlinico triplica per effetto delle patologie stagionali”. “Ieri abbiamo registrato 420 accessi ai Dea – osserva Alessio – di cui oltre 200 al pronto soccorso generale e gli altri al pediatrico, ginecologico e oftamologico. Nella piazzetta dove i malati erano ammassati mancava un’organizzazione particolare che invece ora siamo riusciti a dare, razionalizzando la complessita’ assistenziale, separando i codici bianchi e verdi dai codici rossi e gialli. Abbiamo distinto – precisa – le due zone senza che venissero mischiate e cosi’ e’ finito il caos. Oggi l’attesa di un’ambulanza fuori il pronto soccorso non supera i 5 minuti”.
“Il Policlinico Umberto I e’ l’immagine e il cuore della sanita’ romana. Scrivero’ al ministero della Salute per chiedere lo sblocco dei 104 milioni fermi da anni e necessari per la ristrutturazione del Policlinico. E’ un’urgenza”., dice Gianni Alemanno. “La direzione del Policlinico – prosegue Alemanno – deve essere la prima a denunciare le situazione di difficolta’ e i problemi. Devono essere presidio del decoro dell’ospedale. Oggi volevamo verificare la situazione del pronto soccorso dopo le denunce sull’affollamento emerse sui giornali. Ci sono fermi al ministero della Salute – osserva il sindaco – 104 milioni stanziati dalla legge D’Alema nel 1998 che ancora non arrivano al Policlinico per fare tutti quegli interventi strutturali che permettono di configurare in maniera diversa questo presidio. Se non arrivano soldi questa struttura sara’ costantemente oggetto di critiche. Non scarichiamo sui medici tutte le responsabilita’ – sottolinea – loro sono in prima linea”.

Ti potrebbero interessare anche:

L'Ospedale Bambino Gesù denuncia: aumentano casi violenze su bambini
Zingaretti si convince: il centro trasfusionale rimane a Formia
Pronto Soccorso, scene di ordinaria follia. Ma per Zinga va tutto bene
Amatrice, inversione di tendenza: due nuovi posti letto al Grifoni
Inaugurati il nuovo Pronto Soccorso e il Servizio Immunotrasfusionale al S. Andrea
CONFERENZA DEI SINDACI SULLA SANITA' DELLA ASL ROMA 6



wordpress stat