| categoria: sport

Allegri ritrova Robinho, ma deve tornare in forma

Riprende il campionato, ma in casa Milan la gara con il Siena fa i conti con altri temi, dagli ululati razzisti di Busto Arsizio che a Boateng fanno venire voglia di lasciare l’Italia, al mercato. Da allenatore che deve cominciare il 2013 nel migliore dei modi dopo il ko di fine 2012 con la Roma, Allegri e’ preoccupato soprattutto del secondo aspetto. ”Non possiamo farci distrarre dalle voci di mercato”, avverte il livornese, che al risveglio ha saputo del fallimento della trattativa per la cessione di Robinho al Santos. ”Anche se voleva tornare in Brasile, Robinho rimane. Mi risulta che sia del Milan fino a giugno – spiega Allegri – Ora deve ritrovare una condizione accettabile, serve un po’ perche’ da 20 giorni non si allena e ha avuto un risentimento al tallone d’Achille”. Il fastidio e’ superabile, forse anche gli ostacoli nelle trattative che Galliani sta conducendo a San Paolo. ”Non c’e’ nulla di definitivo. Con il Santos e’ tutto tranquillo, sono disposto a ridurmi il salario, ma con il Milan la situazione e’ difficile, e’ mancato l’accordo”, ha fatto sapere con una mail al sito brasiliano ‘Globoesporte’ Robinho, che intanto non e’ convocato per il Siena. C’e’ invece Boateng, che dopo i fatti di Busto Arsizio parlando conla Bild si e’ domandato ”se ha senso restare in Italia”. ”Credo sia stato solo uno sfogo in un momento di amarezza – nota Allegri – Andare via dal Milan non piace a nessuno”. E’ pero’ tentato Abate, e anche se l’allenatore non si pone ”nemmeno il problema”, la proposta dello Zenit San Pietroburgo (10 milioni di euro) fa gola al club rossonero, pronto a liberare spazio per De Sciglio. Intanto il terzino classe ’92 dovra’ adattarsi da centrale contro il Siena (davanti ad Abbiati, pronto a tornare titolare in porta), visto il forfait di Zapata (virus influenzale), Bonera (ko muscolare, 2-3 settimane di stop), Yepes (distorsione al ginocchio) e la squalifica di Mexes. Al Milan farebbe comodo un nuovo centrale, ma una mossa importante e’ attesa in attacco. L’agente di Drogba suggerisce un futuro italiano per l’ivoriano, ma Allegri chiude: ”Non e’ in linea” con i piani societari. Lo sarebbe Balotelli, ma sull’argomento l’allenatore nota solo che ”Mario deve solo pensare a dimostrare il suo valore lo puo’ fare nel Real Madrid, nel Milan, dove vuole, sta solo a lui: altrimenti butta via una carriera importante”. In che Galliani torni dal Brasile, Allegri pensa a chiudere il girone d’andata senza sprecare altri punti. ”Berlusconi ha parlato di terzo posto? E’ un obiettivo, ma e’ fondamentale battere il Siena, quindi va messo da parte il mercato – avverte -. Senza un altro filotto di partite rimaniamo nell’anonimato”

Ti potrebbero interessare anche:

Colpo grosso dell'Atalanta a San Siro, Inter ko
FIGC/ La Serie A vuole Tavecchio, cose quase fatte per la presidenza federale
Pogba-Tevez, Juve troppo forte per questa Lazio
Rio 2016/ Efimova riammessa dopo il doping vince l'argento: lacrime dopo i fischi
Milan, Montella non convoca Niang: Genoa più vicino
Serie A: 2-1 all'Inter, la Juve in vetta



wordpress stat