| categoria: attualità

Ingroia, se va male torno in Guatemala

”Se, facendo gli scongiuri, le elezioni non dovessero andare bene credo che alle Nazioni Unite e in Guatemala siano pronti a riaccogliermi”. Lo ha detto Antonio Ingroia candidato premier per la lista ”Rivoluzione Civile” ai microfoni di 24 Mattino su Radio 24. Alla domanda sulla possibilita’ di tornare a fare il magistrato, Ingroia ha detto: ”Riprenderei un incarico legato ovviamente alla mia attivita’ ma certamente fuori dal fuoco della polemica e dell’esposizione politico mediatica dell’Italia. Il magistrato in Italia? Riterrei del tutto inopportuno tornare a farlo subito e riterrei inopportuno tornare a farlo nello stesso ruolo rivestito in passato”.

Ti potrebbero interessare anche:

Vendola a "Piazza Pulita": "I ricchi non hanno diritto di ribellarsi"
Non favorì Provenzano, assolto il generale Mori
COMMISSARIO/ Dall'Expo al Giubileo, a Roma Francesco Paolo Tronca, l'uomo delle emergenze
TERRORISMO/ Pansa, è in atto la diaspora dei foreign fighters
Genova, il giorno dei funerali solenni. 41 morti, un disperso
Basilicata al centro destra, e ora Salvini punta alla Ue



wordpress stat