| categoria: attualità

Se la ‘ndrangheta si infiltra nell’appalto per la “casa della legalità”

La ‘ndrangheta si era inserita nell’appalto per la costruzione della “casa della legalita’ e della cultura” di Polsi, un’opera consistente nella ristrutturazione di un fabbricato rurale nel comun aspromontano di San Luca (Rc), per un importo di circa 600.000 euro finanziato dal Pon sicurezza. E’ la conclusione a cui sono giunte le indagini della Dda di Reggio Calabria, che ha ordinato due arresti eseguiti stamane dai Carabinieri. In carcere sono finiti Giuseppe Iofrida, 39 anni, di professione architetto e Giuseppe Nirta, 26, legato da vincoli di parentela con esponenti del clan di ‘ndrangheta Mammoliti”. Il provvedimento restrittivo e’ stato emesso in seguito ad un’operazione dei Carabinieri del 15 osettembre 2011, denominata “metano a San Luca”, in occasione della quale erano stati o stati emessi 7 provvedimenti di fermo di indiziato di delitto. Gli arrestati di oggi, secondo gli inquirenti, sono vicini alla ‘ndrina Mammoliti alias “fischiante” di San Luca, ramificata su tutto il territorio nazionale. Il capo clan, Francesco Mammoliti, era stato arrestato nell’ambito dell’operazione del 2011. Giuseppe Iofrida, incensurato e di professione architetto e Giuseppe Nirta , legato da vincoli di parentela con Mammoliti, avrebbero assicurato alla cosca il controllo mafioso del territorio ed il controllo dell’appalto. In particolare, dalle investigazioni sarebbe emerso che sia l’architetto Iofrida sia Nirta, titolare dell’omonima impresa edile, sono stati coinvolti, a vario titolo e con differenti ruoli, nella gestione occulta dell’appalto pubblico, fornendo un’indispensabile collaborazione a Mammoliti.

Ti potrebbero interessare anche:

EDITORIA/ 58 imprese editoriali chiedono il blocco delle rassegne 'Eco della Stampa' e 'Data Stampa'
Migranti, il presepe di Assisi in un barcone. Lo inaugura Papa Francesco
IL PUNTO/ Smog e targhe alterne, sembra "Natale a Miami"
Renzi presenta il conto alla Ue: 3-4 miliardi di flessibilità in più
Fidel Castro: a Miami cubani in strada, a Little Havana è festa per la sua morte
Genova, 39 morti. Pilone si incrina, case a rischio. Il dramma degli sfollati



wordpress stat