| categoria: sport

Il Milan conferma: “Trattiamo Kakà”. Beckham, pressing su Allegri

Kakà chiama, Galliani fa melina. Andiamo con ordine e ricostruiamo le ultime ore. Kakà piomba a Milano va a cena con Robinho al Fingers Garden, ristorante di proprietà di Clarence Seedorf. Il duo brasiliano martella via Twitter (per la precisione tocca a Binho postare la foto) il sogno di molti (non tutti) tifosi rossoneri: rivedere Ricky con la maglia che l’ha reso grande nel mondo ora che il Real Madrid è disposto a regalare il suo cartellino a chiunque sia disposto ad accollarsi i 25 milioni (netti) che ancora le merengues devono corrispondergli da qui a fine contratto. Ma il problema è proprio questo: tanti, troppi soldi. Così non bastano le parole d’amore del 30enne ex Pallone d’Oro (“Io ho dato la mia disponibilità a trovare una soluzione con il Real, se loro si mettono d’accordo con il Milan va bene per me e va bene per loro. A Milano ho vissuto dei bei momenti, ho degli amici qui”) a impietosire Adriano Galliani. L’amministratore delegato guarda i numeri di Kakà e ammette: “Kakà è impossibile, non si può realizzare, c’é un problema di stipendio. Il suo è troppo elevato”. Tradotto: l’ex Bambino d’Oro per venire al Mlan dovrebbe rinunciare a una fetta dei soldi che gli spettano o trovare un accordo di buonuscita con Florentino Perez. Altrimenti non se ne fa niente.
Diverso il discorso su David Beckham. Silvio Berlusconi sarebbe favorevole, Adriano Galliani è favorevolissimo. Al Milan dei giovani manca una chioccia, un leader e un giocatore dai piedi buonissimi che sia in grado di innescare con i suoi cross Pazzini (cosa che è stata fatta malino sin qui), lanciare El Shaarawy e rilanciare Kevin Prince Boateng e Nocerino (in difficoltà dopo l’addio di Zlatan). Anche a 37 anni Beckham può essere tutto questo. Tanto più che verrebbe in prestito di 5 mesi e pare non avere grandi pretese di ingaggio a quanto a fatto capire. Il problema? Galliani sta cercando di far cambiare idea ad Allegri (scettico) in queste ore.
Il Milan cerca un portiere, e continuano a piacere Stekelenburg (la Roma chiede 4 milioni, da Milanello replicano offrendo in cambio l’esterno Mesbah) e Krul del Newcastle (la squadra di Davide Santon…). Piuttosto arrivano buone nuove su un altro paio di giovani dopo il colpo Saponara. Milan e Verona si sono incontrati per Jorginho. Offerti 4,5 milioni per bloccarlo per giugno. Nelle ultime ore si è fatta avanti anche la Fiorentina, ma la trattativa sembra ben avviata. Ai rossoneri viene pure accostato il 20enne centrocampista del Cittadella Daniele Baselli. A metà con l’Atalanta, il Milan avrebbe l’accordo per l’acquisizione della comproprietà a giugno dai veneti.
Infermeria. Dopo le pessime notizie sui Ambrosini, ne arrivano alcune discrete. Contro il Bologna sono recuperabili Daniele Bonera (la sua assenza in difesa si è sentita), Sulley Muntari (il centrocampo ha bisogno di forze fresche) e probabilmente anche l’esterno Luca Antonini.

Ti potrebbero interessare anche:

Zeman ci crede, terzo posto è possibile
L'annuncio choc di Totti: "Questa è l'ultima maglia della Roma che indosso"
La Fiorentina a Montella: decidi. Lui, disposto a restare
Juve come Rossi, contro l'Empoli in campo per la rimonta
Bebe Vio, niente è impossibile: torna a tirare di scherma in piedi - VIDEO
Basket: Sferra un pugno ad avversario e si rompe la mano, Gallinari fuori da Europei



wordpress stat