| categoria: agricoltura, gusto, Senza categoria

Parte dal Veneto la “rotta italiana al buon pescato”

Partira’ dal Veneto la ‘Rotta del buon pescato italiano’, progetto nazionale che vuole incentivare il consumo del pescato dei nostri mari, soprattutto di quelle specie a torto sottoconsiderate dal mercato. L’iniziativa, finanziata con il Fondo europeo della pesca e promossa dal ministero delle Politiche agricole – Dipartimento delle Politiche europee e internazionali – Direzione generale della pesca marittima e acquacoltura, e’ stata presentata questa mattina a Treviso dall’assessore alla Pesca del Veneto, dal sindaco della citta’ e da Paolo Giarletta, responsabile di Studio Nouvelle, la societa’ incaricata di realizzare la manifestazione. “E’ un’azione nazionale che coinvolge direttamente le organizzazioni regionali dei pescatori -ha sottolineato la giunta regionale- sostenuto da importanti associazioni di produttori e imprese della regione, soprattutto agroalimentari, che vuole dare risposte a problematiche molto sentite nel nostro territorio, in un mercato italiano dove circa il 70% del pesce venduto e’ di origine estera”. Il Veneto sara’ la prima delle regioni coinvolte (febbraio-marzo) e l’unica del Nord. Le altre sono Puglia (marzo-aprile), Campania (aprile-maggio), Calabria (maggio) e Sicilia (maggio-giugno). In terra veneta si partira’ il 18 febbraio, quando un Promotruck (un autoarticolato attrezzato appositamente) fara’ a Belluno la prima tappa del ‘tour on the road’, finalizzato a divulgare e promuovere presso consumatori, ristoratori e distribuzione 16 specie nostrane, spesso trascurate, che costano anche poco, che hanno ottime caratteristiche organolettiche e si prestano a moltissime proposte cucinarie. Il Truck si spostera’ poi nelle piazze di Vicenza, Verona, Padova, Rovigo, Venezia e Treviso. Proprio nel piazzale del Foro Boario del capoluogo della Marca, dall’8 al 10 marzo si svolgera’ il ‘Grande Evento’ veneto: tre giorni di stand e rassegna gastronomica, con laboratori del gusto (vere e proprie scuole di cucina del pesce nazionale), convegni, un mercato delle specie interessate, incontri con gli operatori della distribuzione, della ristorazione e del catering, un concorso tra ristoranti cui ha aderito con entusiasmo il Gruppo ristoratori della Marca Trevigiana, premiazioni, gadget (il progetto ha anche una mascotte: Sugarello), cd rom, spot televisivi e cosi’ via. E’ previsto pure il concorso per le scuole ‘Piccoli ma buoni’, mentre saranno attivati il sito internet www.buonpescatoitaliano.it, un blog (larottadelbuonpescato.tumblr.com), un’account su You Tube, profili Facebook e Twitter, su Flickr e Foursquare.

Ti potrebbero interessare anche:

Pd, i "dissidenti" sono cinquanta, la metà potrebbe votare contro il governo
Vacanze, per 3 milioni e mezzo di italiani sarà in tenda, roulotte o camper
USA/ Dopo "marijuana libera" primi licenziamenti dei lavoratori che fumano
PD/ Fassina, ricandidarmi con i Dem? Oggi direi di no, magari torno al mio lavoro
MAFIACAPITALE/ Ex dirigenti de La Cascina chiedono il patteggiamento
IL PUNTO/ L'equivoco Muraro



wordpress stat