| categoria: attualità, esteri

Vertice africano sul Mali, i 2500 francesi non bastano. Otto paesi si impegnano a fornire uomini

Accelerare i tempi necessari per il dispiegamento sul territorio della “Missione internazionale di sostegno al Mali” (Misma), dispiegamento
che secondo il ministro degli esteri francesi Laurent Fabius “richiederà almeno qualche settimana”. E’ l’obiettivo del vertice dei leader dell’Africa occidentale che si riuniscono oggi ad Abiidjan, nella Costa d’Avorio. Al momento, le informazioni di quanto sta avvenendo sul terrreno, in Mali, sono contradditorie. La sola certezza, perché annunciata quasi ufficialmente, è che i soldati francesi sono già 2500; numero peraltro già superato, secondo fonti ufficiose. Proprio la presenza dei francesi ha consentito alle truppe regolari maliane di riconquistare la città di Konna, che era stata occupata il 10 gennaio dai guerriglieri islamici.
Duemila soldati della Misna dovrebbero essere dispiegati nel Mali, secondo le decisioni prese in ambito Onu prima dell’intervento militare francese, entro il 26 gennaio. Ma per il momento a Bamako sono giunti soltanto un centinaio tra soldati togolesi e nigeriani, mentre una trentina starebbero arrivando dal Benin.Inoltre “forze negeriane” sarebbero pronte ad intervenire “in qualsiasi momento”. In totale otto paesi (Nigeria, Togo, Benin, Senegal, Niger, Guinea, Ghana, Burkina Faso) si sono impegnati a fornire 5.800 uomini, che andrebbero ad aggiungersi a quel che resta dell’esercito maliano. L’invio della missione Misna era stato deciso da tempo per consentire al governo di Bamako di riprendere il controllo del nord (i tre quarti del Paese) occupato da nove mesi dagli islamici.
Car.Reb.

Ti potrebbero interessare anche:

Anche la Spagna ha i suoi guai. Il premier Rajoy e lo scandalo 'fondi neri'
Ancora incidenti in montagna, scivola da una roccia e cade per dieci metri in Val Piana, ferito
Proteste a Hong Kong, il capo del governo: "Fine immediata"
Clima, via alla marcia globale. A Parigi tensione con i manifestanti. La polizia carica
Malesia, assassinato il fratellastro del leader nordcoreano Kim Jong Un
Johnny lo Zingaro, ergastolano in semilibertà, scompare nel nulla



wordpress stat