| categoria: salute

Sla, al via maxi studio su calciatori in Lombardia

Al via uno studio triennale sui calciatori di Serie A, B, C e D residenti in Lombardia dal 1970 a oggi per verificare l’esistenza di un eventuale nesso tra pratica professionistica del gioco del calcio e l’insorgere della SLA. E’ l’annuncio dato da Ettore Beghi, Responsabile del Laboratorio di Malattie Neurologiche dell’Istituto Mario Negri, durante la seconda edizione del convegno “Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA): i Malati e la Ricerca”. Assieme all’Assessore alla Sanita’ della Regione Lombardia, Mario Melazzini, e al Direttore dell’Istituto Mario Negri, Silvio Garattini, sono intervenuti studiosi impegnati nella cura e nelle ricerche e rappresentanti di associazioni che si occupano dei malati di SLA. Nel corso del convegno sono emersi anche i risultati di una sperimentazione clinica mediante la somministrazione di acetilcarnitina abbinata a riluzolo, su 82 malati di SLA. La terapia ha significativamente rallentato la progressione della malattia, anche se sono necessari ulteriori studi con un maggior numero di pazienti.

Ti potrebbero interessare anche:

Ipertensione polmonare, colpiti tremila italiani. Ancora pochi centri di cura
Aids: 10 contagi al giorno. In Italia la più bassa mortalità del mondo
Aperitivo 'intelligente' aiuta a bilanciare pasti
Confermate le cause comuni nelle malattie gastrointestinali e reumatologiche
Promossi i grassi dei formaggi, proteggono dal diabete
In arrivo nuovi farmaci contro l'emicrania, ora la malattia si previene



wordpress stat