| categoria: salute

Sla, al via maxi studio su calciatori in Lombardia

Al via uno studio triennale sui calciatori di Serie A, B, C e D residenti in Lombardia dal 1970 a oggi per verificare l’esistenza di un eventuale nesso tra pratica professionistica del gioco del calcio e l’insorgere della SLA. E’ l’annuncio dato da Ettore Beghi, Responsabile del Laboratorio di Malattie Neurologiche dell’Istituto Mario Negri, durante la seconda edizione del convegno “Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA): i Malati e la Ricerca”. Assieme all’Assessore alla Sanita’ della Regione Lombardia, Mario Melazzini, e al Direttore dell’Istituto Mario Negri, Silvio Garattini, sono intervenuti studiosi impegnati nella cura e nelle ricerche e rappresentanti di associazioni che si occupano dei malati di SLA. Nel corso del convegno sono emersi anche i risultati di una sperimentazione clinica mediante la somministrazione di acetilcarnitina abbinata a riluzolo, su 82 malati di SLA. La terapia ha significativamente rallentato la progressione della malattia, anche se sono necessari ulteriori studi con un maggior numero di pazienti.

Ti potrebbero interessare anche:

Quando le cellule lanciano gli allarmi sbagliati il sistema immunitario va in tilt. Nasce così anche...
Cittadinanzattiva, urgente chiarire la relazione vaccini-autismo
Cellulare a letto per 6 ragazzi su 10, in aumento l'insonnia
Palestrina 'robot' cura bimbi con paralisi cerebrale
Riabilitato il sugo con soffritto di cipolla e aglio, fa bene al cuore
Il cioccolato fondente è anti-infiammatorio e antistress



wordpress stat