| categoria: Senza categoria, spettacoli & gossip

Spending review a Sanremo: i superospiti? Le canzoni

Il superospite del Sanremo 2013 di Fabio Fazio? Le canzoni in gara. In un’intervista all’Arena di Massimo Giletti su Rai1, Fazio parla così del Festival a cui sta lavorando. “Per quanto riguarda i superospiti – fa notare – nelle precedenti edizioni di Sanremo non ero nemmeno nella direzione artistica e mi ero concentrato proprio sugli ospiti sullo spettacolo, e devo dire che sono andate bene da un mio punto di vista, c’é un buon ricordo quindi non ha senso per me rifare la stessa cosa”.

“Questa volta – spiega il conduttore- mi sono detto che per me Sanremo è la musica e quindi abbiamo fatto una scelta accurata delle canzoni che può essere condivisa o meno, più o meno apprezzata, sono canzoni che hanno una linea forte. Quest’anno Sanremo sarà così, siamo in un momento di spending rewiew, hai visto che abbiamo preso Luciana, é quello che avevamo in casa, facciamo le cose tra di noi. Il superospite vero è la gara delle canzoni”. La scelta delle canzoni, ribadisce Fazio, ha “il segno della contemporaneità e sarà il vero punto di forza della rassegna”.

L’idea – ha spiegato Fazio- era quella di fare una composizione di cast che non rispecchiasse certe tipologie, nel senso che si sceglievano le canzoni perché alcune dovevano piacere ai giovani, altre alle mamme, altre ai meno giovani, poi alle donne. Abbiamo detto: scegliamo le canzoni che raccontano la musica italiana di oggi. Sono molto diverse tra loro: c’é il pop, ci sono anche gruppi inattesi per Sanremo. La contemporaneità non è l’assunto ma il risultato. Se dovessi dire qual è il tema comune di questo Sanremo direi che le canzoni esprimono questa idea di contemporaneità”.

Fazio rifiuta l’idea di aver rottamato i cantanti sanremesi, quelli che tradizionalmente sono in gara al Festival: “Non c’é nessuna rottamazione -taglia corto nell’intervista concessa a L’Arena – è una parola che detesto. Anzi abbiamo una serata, quella del venerdì, nella quale si gioca con le canzoni del passato e ovviamente nelle serate precedenti a questa del venerdì c’é l’arrivo di queste tre colonne che hanno fatto la storia di Sanremo: Toto Cutugno, Ricchi e Poveri, Albano. Io non vedo l’ora di rivederli. Sanremo è un gioco bisogna prenderlo con grande leggerezza altrimenti diventa un errore tutto”.

Nessuna polemica con chi, come Anna Oxa, ha protestato per l’esclusione: “Ringrazio tutti quelli che hanno mandato le canzoni al festival – conclude il conduttore – ne dovevamo scegliere 14 e mi dispiace se qualcuno c’é rimasto male”.

Ti potrebbero interessare anche:

Happy Cheese in Trentino
Cavani stende l'Inter, per il Napoli Champions più vicina
Telecom, martedì Cda sui conti. Attesi ricavi a 5,3 miliardi
MONTAGNA/ L'Abruzzo si prepara alla stagione sciistica, sdoganato il fuoripista
Funzionano app e siti per perdere peso e smettere di fumare
SCOPERTO HOTEL ABUSIVO SPACCIATO SU WEB PER ALBERGO A 5 STELLE



wordpress stat