| categoria: sanità

ISTAT/ In Italia 3,5 posti letto ogni mille abitanti

In tutte le regioni, tra il 2002 e il 2009 si e’ verificata una convergenza verso la media nazionale del numero di posti letto ospedalieri per mille abitanti, in discesa da 4,3 a 3,5. L’Italia si colloca, con 3,5 posti ogni mille abitanti, al di sotto della media europea (5,5 posti letto) al pari della Danimarca e subito dopo Cipro. Una dotazione inferiore a quella italiana si segnala per Svezia, Regno Unito, Irlanda, Spagna e Portogallo. E’ quanto emerge dal rapporto Istat “Noi Italia”. Nel 2010, si evidenzia nel rapporto Istat,le regioni sono state interessate da circa 597mila ricoveri ospedalieri di pazienti non residenti (8,2% dei ricoveri ordinari per “acuti”). I tumori e le malattie circolatorie si confermano le principali cause di ricovero ospedaliero, con differenze contenute a livello regionale. In Italia, il tasso di mortalita’ infantile e’ di 3,4 decessi per mille nati vivi. Negli ultimi dieci anni il valore di questo indicatore ha continuato a diminuire su tutto il territorio italiano, raggiungendo valori tra i piu’ bassi in Europa.

Ti potrebbero interessare anche:

Gli oculisti denunciano l'assenza di anestesisti nelle sale operatorie per gli interventi di catarat...
La corruzione assorbe alla sanità oltre 1,5 miliardi all’anno.
Si a chiusura degli OPG, le Regioni chiedono aiuto per costruire le alternative
Illegittimo il licenziamento dell'infermiere del SSn che lavora anche nel privato
Sanità, dal M5S "contromanovra" alternativa ai tagli lineari
CENSIS/ Quasi otto milioni di italiani si sono indebitati per pagare le cure



wordpress stat