| categoria: attualità, economia

Pressing della Confindustria sui politici: “Serve una terapia d’urto”


“La crisi sta lasciando profonde ferite”. “E’ emergenza economica e sociale”, avverte Confindustria in un documento di proposte presentato alla politica in vista del voto. “Servono scelte immediate, forti e coraggiose. Senza queste scelte nei prossimi anni non cresceremo più dello 0,5% l’anno”, “l’alternativa è il declino”. “Dobbiamo riconquistare la crescita, creare lavoro, rimettere al centro le imprese” avverte il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, presentando le proposte che viale dell’Astronomia lancia oggi alla politica. Serve, dice, “per ridare fiducia agli italiani, per restituire i nostri giovani un futuro di progresso e di crescita”. Confindustria, spiega Squinzi, “propone una terapia d’urto vera e propria basata su una forte discontinuità con le pratiche su cui ci siamo adagiati negli ultimi 15 anni”.
“Riteniamo che la riforma del lavoro non sia stata sufficiente ad una vera liberalizzazione del mercato del lavoro e ad una sua vera flessibilizzazione”, dice Squinzi che aggiunge: “Riteniamo che il prossimo governo dovrà portarci più in linea con quanto fatto negli altri Paesi europei”

Ti potrebbero interessare anche:

Monti presenta i suoi candidati: "Moderati? All'Italia servono riforme radicali"
Russia: embargo è costato al Made in Italy 3,6 mld euro
Lavoro, in 12 milioni attendono il rinnovo del contratto
Renzi e Hollande al vertice anti-austerity ad Atene. Berlino lo boccia: è inutile
ISTAT/ Cala la fiducia dei consumatori, sale per le imprese
Alitalia, Lufthansa a Calenda: "Prima tagli significativi, poi l'accordo"



wordpress stat