| categoria: Senza categoria, sport

El Shaarawy torna al gol, il Milan supera l’esame Atalanta e scala la classifica

Prosegue la sua rincorsa alle zone alte della classifica il Milan che riesce a vincere a Bergamo contro l’Atalanta grazie a un gol nel primo tempo di El Shaarawy. La rete del ‘Faraone’ fa volare gli uomini di Allegri a 37 punti in classifica, ferma a 23 l’Atalanta rimasta in dieci per gran parte del secondo tempo per l’espulsione di Brivio. La prima azione pericolosa e’ degli ospiti al 4′, Flamini lascia partire un tiro dal limite dell’area ma il pallone viene deviato in angolo. E’ il Milan a fare la partita con l’Atalanta pronta a colpire in contropiede, all’undicesimo minuto bergamaschi pericolosi con Denis che affonda in area e dalla linea di fondo prova a innescare Parra ma Abbiati fa buona guardia e intercetta la sfera. El Shaarawy c’e’ e si fa notare con due incursioni, la prima e’ un contropiede fermato dai difensori, il ‘Faraone’ ci riprova al 17′, entra in area, ma si perde con un dribbling di troppo fermato da Stendardo. Dopo quattro gare a digiuno El Shaarawy ritorna al gol sbloccando il match in favore del Milan al 29′, la rete e’ propiziata da Niang che dal limite trova il passaggio filtrante giusto per l’attaccante rossonero che incrocia fulminando Consigli. La reazione nerazzurra non si fa attendere, al 31′ Raimondi colpisce di testa ma non riesce ad angolare il tiro che finisce tra le braccia di Abbiati. Al 43′ mani nei capelli per Denis che non riesce a deviare un invitante pallone indirizzato al centro dell’area da Bonaventura. Sullo scadere del tempo Denis ruba palla sulla linea di fondo e prova un tiro cross su cui non riesce a intervenire nessuno. Il secondo tempo comincia con il Milan in avanti, Pazzini riceve palla in area spalle alla porta e prova la rovesciata che finisce alta sul fondo. Al 58′ l’Atalanta resta in dieci per l’espulsione di Brivio per fallo da dietro su Pazzini. L’inferiorita’ numerica si fa sentire e i padroni di casa non riescono a pungere in avanti. Il Milan punge in contropiede prima con Niang e poi con Flamini ma la difesa nerazzurra fa buona guardia. La partita si incattivisce e l’arbitro e’ costretto a distribuire cartellini gialli per calmare l’incontro, saranno dieci alla fine del match. All’80 Flamini ha sui piedi la palla per chiudere l’incontro, il francese entra in area e tira a botta sicura ma Consigli si oppone. Non succede piu’ nulla fino al triplice fischio finale, il Milan vince 1-0.

Ti potrebbero interessare anche:

CALCIO/ Reja amareggiato: 'Nessuno vuole venire alla Lazio'
F1 AUSTRALIA/Mercedes già padrona, ma la Ferrari c'è
ISIS/ Piani e kamikaze per estendere il conflitto nel Sinai
Volontariato, 65mila impegnati nella solidarietà
Incastrata nelle porte della metro: indaga Procura. L'autista stava mangiando in cabina?
Coronavirus, si ferma anche la F1: cancellato Gp Australia



wordpress stat