| categoria: Roma e Lazio

Case popolari a rom e sinti: iI Comune dà via libera al bando. Ma non risolve i problemi di fondo

La notizia arriva da un comunicato ufficiale dell’Associazione 21 luglio, da sempre in polemica e lotta contro il Campidoglio per gli sgomberi forzati. Scrive la 21 luglio: “Nei giorni scorsi il Dipartimento politiche abitative di Roma Capitale ha reso pubblico il nuovo Avviso per l’assegnazione in locazione di alloggi di edilizia pubblica. L’importante novità che emerge è che il punteggio più alto è riservato a quei nuclei familiari, italiani e stranieri, che dimorino ‘in strutture procurate a titolo provvisorio, da organi, enti e associazioni di volontariato riconosciute ed autorizzate preposti all’assistenza pubblica, con permanenza continuativa nei predetti ricoveri da almeno un anno’. Dalle informazioni raccolte emerge che le abitazioni degli 8 ‘villaggi attrezzati’ di Roma, all’interno dei quali vivono i 3.680 rom e sinti, si configurano come le strutture indicate dal bando e pertanto l’amministrazione comunale si trova suo malgrado ad aprire le porte degli alloggi di edilizia pubblica alle comunità rom e sinte”.Quindi i numeri dei rom e sinti che si contenderanno con i romani il diritto ad una casa: “Con i nuovi punteggi indicati dal bando – afferma l’Associazione – stimiamo che dei 3.600 rom presenti nei ‘villaggi attrezzati’ romani, siano almeno 1.500 i rom, italiani e stranieri, che potranno presentare regolare domanda con la concreta speranza di poter accedere nella fascia più alta per la successiva assegnazione dell’alloggio. La nostra Associazione sta organizzando una task force che nei prossimi giorni consegnerà ai rom le domande di assegnazione e fornirà le dovute informazioni”. Tutto bene, tutto politicamente corretto. Ma l’altra faccia della realtà resta in ombra. Rom e sinti rappresentano una buona fetta dei problemi legati alla tensjone sociale, alla microcriminalità, alla piccola violenza quotidiana che grava sulla capitale e che il Campidoglio non vuole o non sa risolvere. Se questa operazione può essere utile ben venga. Ma non da sola.

Ti potrebbero interessare anche:

Comitati dell'Esquilino in corteo su via Merulana: saremo centinaia
Malore per l'assessore Sabella, ricoverato all'Umberto I
Morta a 65 anni archistar Zaha Hadid, realizzò il Maxxi
MONTEVERDE/ Invasione di topi alla scuola Girolami. Il municipio non si muove
Scatta l'ordinanza anti-alcol in 11 municipi
M5S, RIAPRE IL NUOVO CINEMA AQUILA, PERLA DEL PIGNETO



wordpress stat