| categoria: attualità, Senza categoria

Bersani e Renzi di nuovo insieme. Comizio “doppio”, tira di più

Rottamato il camper a bordo del quale ha macinato chilometri per la campagna delle primarie, quello che salira’ domani sul palco dell’Hobihall a Firenze insieme al segretario del Pd Pierluigi Bersani sara’ un Matteo Renzi non meno pungente del solito ma i cui sforzi, dice chi gli e’ vicino, sono adesso esclusivamente rivolti verso le elezioni politiche per assicurare il successo del Pd. Il comizio a due di domani e’ il punto centrale, quasi plastico, dell’intesa raggiunta tra il sindaco di Firenze ed il segretario democratico nell’ormai famoso pranzo romano. Poi, via per un tour di comizi che portera’ Renzi soprattutto nelle regioni del nord, Piemonte, Lombardia, Veneto, Liguria ed Emilia Romagna, regioni dove Renzi ha avuto un buon successo nelle primarie, ma anche al sud, in Campania. Oltre ovviamente alla Toscana, dove il sindaco sara’ impegnato subito dopo la kermesse di domani sera. Il duetto fiorentino Renzi-Bersani sembra tuttavia destinato a restare, almeno per ora, un unicum. Sola eccezione, secondo l’indiscrezione pubblicata oggi da La Nazione, potrebbe essere la partita Juve-Fiorentina del 9 febbraio a Torino, con il segretario a tifare bianconero ed il rottamatore per i viola, ma ancora una volta insieme. La campagna elettorale di Renzi sara’ dunque in solitario e punteggiata da alcune apparizioni televisive. Gia’ in programma il prossimo lunedi’ a ”8 e mezzo” su La7. Le previsioni sui toni che usera’ Renzi sono quelli tendenti al sereno, rinunciando alle saette interne lanciate durante le primarie. Non ultime quelle destinate ai rapporti tra finanza e politica: il rottamatore concluse il suo tour proprio a Siena, chiedendo al Pd un ”esame di coscienza” e non solo su Mps. Erano i giorni caldi delle polemiche sulla cena milanese del sindaco con il mondo della finanza. Ma domani questi temi non saranno neanche solo sfiorati in questi termini. Il punto di sintesi potrebbe essere invece l’ipotesi alla quale sta lavorando il Pd per la proposta di legge di una commissione d’inchiesta sulla finanza che presti particolare attenzione alla questione dei derivati, deflagrata proprio con la vicenda Banca Monte dei Paschi di Siena e tra i temi al centro dell’inchiesta giudiziaria. ”I partiti fuori dalle banche? Sono d’accordo dieci volte. Io aggiungo: via i banchieri dai partiti”, dice il segretario in un duro botta e risposta con Monti. Bersani, a questo proposito, fa sapere che a Firenze delineera’ piu’ chiaramente gli elementi della piattaforma del Pd sulla moralita’, che sara tra i temi centrali del comizio di domani. La scenografia dell’Hobihall, grande teatro da circa 2.000 posti fuori dal quale verra’ sistemato un maxischermo, sara’ asciutta, con la scritta della campagna del Pd ”L’Italia giusta”. Sul palco salira’ per primo il giovane (bersaniano di ferro) segretario metropolitano Patrizio Mecacci. Quindi sara’ la volta di Renzi che, dopo il suo intervento, fara’ salire sul palco Pierluigi Bersani per concludere la manifestazione. L’appuntamento per il doppio comizio e’ alle 18 e l’incontro tra i due sul palco, dovrebbe essere circa un’ora dopo. In pieno orario tg.

Ti potrebbero interessare anche:

Catania battuto al '92, la Juve festeggia
Latina, ladri di rame rubano cavo Telecom: duemila telefoni muti
Royal Baby riceve i nonni a Palazzo, impazza il nome. Diana o Olivia?
Garante nazionale minori ostaggio per un'ora in una comunità di migranti in Puglia
VENETO, UN PORTALE WEB PER FAR CAPIRE BILANCIO
Decreto fiscale: sanatorie subito al via, ​dal 2020 scontrino telematico



wordpress stat