| categoria: sanità

Alzheimer, in Lombardia duemila richieste di aiuto all’anno

In Lombardia ci sono state in un anno oltre 2.000 richieste di aiuto dai malati di Alzheimer. Lo dice la Federazione Alzheimer Italia che avvia in questo periodo una campagna solidale per sostenere ‘Pronto Alzheimer’, il primo telefono Alzheimer in Italia e primo servizio di aiuto concreto ai familiari dei malati. ‘Pronto Alzheimer’ dal 1993 ha risposto a oltre 124.500 richieste di aiuto. In particolare, nel corso del 2012, le richieste da tutta Italia sono state 5127 di cui 2.142 provenienti dalla Lombardia e 1.433 da Milano e provincia. Le richieste da parte dei familiari, amici e anche malati sono state 1.276 in Lombardia e 897 a Milano e provincia. Si stima che a Milano i malati di Alzheimer e di altre demenze siano 20mila: 1 milione in tutta Italia, di cui oltre 600mila con malattia di Alzheimer. Cio’ significa che 20mila famiglie nel solo capoluogo lombardo sono coinvolte in una dolorosa, pesante, quotidiana e costosa assistenza. A causa della progressiva degenerazione delle cellule cerebrali, il malato perde non solo la memoria ma anche la capacita’ di esprimersi, di riconoscere i propri cari e la casa dove ha sempre vissuto, di avere cura di se’, di mangiare, di distinguere il giorno dalla notte. Proprio per rispondere ai dubbi e alle domande dei familiari nasce 20 anni fa il servizio ‘Pronto Alzheimer’, che rappresenta il 30% delle attivita’ della Federazione Alzheimer Italia. Fino al 10 febbraio si possono donare 2 euro inviando un sms al numero 45509 da tutti i cellulari, oppure donare 2 o 5 euro chiamando da rete fissa.

Ti potrebbero interessare anche:

Bari, mancata diagnosi di un tumore: chieste condanne per quattro medici
Nel 2014 ricetta digitale in quasi tutte le regioni
Una donna morì durante un intervento: arrestati 3 medici a Potenza
Ecco i nuovi Lea: entrano epidurale, procreazione medicalmente assistita, screening neonatali e Ict...
Via libera Ue al primo farmaco con staminali che "ridà" la vista
ORDINE MEDICI, OMEOPATIA NON HA BASI SCIENTIFICHE, SOLO UN PLACEBO



wordpress stat