| categoria: sanità

Ictus a tre anni, primo intervento al mondo salva una bambina a Torino

A tre anni e mezzo e’ stata colpita da un inctus ischemico ma e’ stata salvata dai medici con un intervento mai eseguito al mondo su un paziente cosi’ piccolo. La storia a lieto fine arriva da Torino: martedi’ la piccola si sente male e i genitori originari del Bangladesh la portano all’ospedale Maria Vittoria. In serata viene trasferita in condizioni disperate all’ospedale infantile Regina Margherita dove la dottoressa Gabriella Agnoletti, cardiologa, si accorge subito del problema: un’arteria basilare del cervello ostruita. Immediatamente vengono chiamati i neurochirurghi delle Molinette e il professor Mauro Bergui esegue una delicata trombectomia: entrando con un catetere venoso dall’inguine arriva fino al cervello dove rimuove il trombo e posiziona uno stent. Intervento riuscito: ora la bimba e’ sveglia, ha rispreso a parlare e a mangiare ed e’ ricoverata nel reparto di pediatria universitaria del Regina Margherita. Ha ancora qualche problema al lato destro del corpo ma i medici confidano che con la fisioterapia possa riprendersi completamente.

Ti potrebbero interessare anche:

Bari, mancata diagnosi di un tumore: chieste condanne per quattro medici
Medici di Famiglia, in 1 anno 3820 diagnosi dolore cronico
Ci sta per cadere addosso l'emergenza Opg. E non siamo pronti
Farmaci per l’epatite C, via libera del governo all’acquisto dall’estero
Fascicolo sanitario elettronico: E. Romagna e Lombardia al 100%, Calabria e Campania a zero
Sanità: mancano medici, in Molise arrivano i militari



wordpress stat