| categoria: primo piano

Berlusconi si supera: restituiremo agli italiani l’Imu versata nel 2012

Berlusconi svela la sua proposta choc: restituire quanto pagato per l’Imu sulla prima casa nel 2012 e abolire la tassa. Per coprire l’operazione, spiega il Cavaliere, chiuderemo l’accordo con la Svizzera per la tassazione delle attività finanziarie detenute in quel Paese da cittadini italiani. “Le famiglie italiane saranno rimborsate come risarcimento ad un’ imposizione sbagliata”. Così Silvio Berlusconi presenta la ‘proposta choc’: al primo cdm sarà abolita l’Imu sulla prima casa e saranno restituiti i soldi versati nel 2012. “Sarà un atto di ricucitura, un atto simbolico ma concretissimo che apra una nuova pagina che riporti i cittadini ad avere fiducia nello Stato”. Berlusconi, annunciando la soppressione dell’Imu sulla prima casa, ha quindi spiegato che il suo governo attuerà anche altri interventi. “In cinque anni – ha detto – elimineremo l’Irap, imposta che pesa sulle imprese, un’imposta odiosa che deve essere pagata dalle aziende anche se non chiudono i bilanci in utile. Poi non ci sarà alcun aumento dell’Iva e ovviamente nessuna patrimoniale. Come potete vedere il nostro è un programma completamente opposto a quello di Monti e della sinistra”.
“Sarò io, come ministro dell’Economia, a restituire agli italiani i soldi dell’Imu. Se Angelino Alfano mi confermerà al ministero…”. Così Silvio Berlusconi spiega, scherzando, il suo ruolo in caso di vittoria alle elezioni. Silvio Berlusconi nell’annunciare la soppressione dell’Imu e la restituzione dei soldi pagati quest’anno ha quindi spiegato che si tratta di una misura necessaria in quanto: “l’Imu ha dato il via a questa crisi”. Berlusconi ha quindi precisato che: “non possono essere messe tasse sulla prima casa che rappresenta la sicurezza per le famiglie”. Quindi ha sottolineato come l’Imu ha “determinato la crisi”. “Con questa tassa – ha detto – c’é stato il crollo dei mutui, la riduzione della compravendita delle abitazioni, il crollo delle aziende per costruzioni residenziali e tutto ciò ha determinato la creazione di 360 mila disoccupati in un anno”. L’ex presidente del Consiglio ha quindi spiegato che questa iniziativa è necessaria: “come atto di sutura, di ricucitura, di pacificazione. Un atto di pace dello Stato verso le nostre famiglie. Un atto simbolico che può ridare la fiducia dei cittadini nei confronti dello Stato” .
I soldi dell’Imu sulla prima casa saranno restituiti con un rimborso sul conto corrente oppure, specie per i pensionati, in contanti, attraverso gli sportelli delle poste”, Lo dice Silvio Berlusconi a Milano. “Se una famiglia ha pagato 1200 euro di Imu riceverà un rimborso di 1200; se un pensionato ha pagato 900 euro riceverà un rimbrosi di 900, e così via”. Per coprire l’operazione di restituzione dell’Imu “chiuderemo l’accordo con la Svizzera per la tassazione delle attività finanziarie detenute in Svizzera da cittadini italiani: il gettito è una tantum di 25-30 mld e poi all’anno un flusso di 5 mld”. Così Silvio Berlusconi a Milano. In attesa di perfezionare l’accordo con la Svizzera, “prenderemo in prestito – spiega Berlusconi – i soldi per la cassa depositi e prestiti”. Una volta risarciti gli italiani, per coprire il gettito Imu, che vale 4 miliardi, aggiunge Berlusconi, puntiamo “ad riorganizzazione macchina dello stato che può arrivare al 10 per cento della spesa pubblica” e al ricavato “dell’aumento delle accise su giochi, scommesse, lotto e tabacchi”
Siamo sicuri di vincere -“La vittoria è a portata di mano, siamo sicuri di vincere e vinceremo”. Così Silvio Berlusconi sprona i suoi dopo l’annuncio che restituirà i soldi dell’Imu sulla prima casa. “Ho sentito ieri un rappresentante della sinistra affermare che noi non siamo credibili. Se c’é qualcuno che ha credibilità siamo proprio noi”. “Siamo credibili – ha aggiunto – anche perché sentiamo dentro di noi che la prima moralità è mantenere gli impegni dichiarati in campagna elettorale”.”Non ho nulla da chiedere per me, farò un’ ultima grande battaglia elettorale e politica per allargare gli spazio di libertà, per far uscire l’Italia dalla prospettiva cupa in cui l’hanno costretta i tassatori tecnici e i tassatori della sinistra”. Così Silvio Berlusconi spiega, annunciando la restituzione dei soldi dell’Imu, il senso del suo nuovo impegno in campagna elettorale. Silvio Berlusconi nel corso della conferenza stampa organizzata a Milano ha annunciato che il suo governo, se vincerà le elezioni, attuerà una riforma della macchina dello Stato. “In cinque anni – ha spiegato – possiamo ridurre le spese dello Stato di 80 miliardi”
Caustico Monti: ‘Berlusconi non ha mantenuto nessuna delle promesse fatte. Ci prova per la quarta volta ma gli italiani hanno buona memoria’. Per Beppe Grillo, “ormai sono dei fantasmi, può dire qualsiasi cosa ma la credibilità conta, non è più credibile, è fuori dalla storia”. Di Pietro parla di proposta sciocca piu’ che choccante mentre per Nichi Vendola “e’ come se fosse ritornata Wanna Marchi, come se il mago Otelma si fosse candidato a governare l’Italia”. “Proposta choc del Cavaliere? Ma per favore…la solita minestra, demagogia, promesse irrealizzabili, bugie. Ma l’Italia non gli crede più”. Così commenta il capogruppo dei senatori Pd Anna Finocchiaro

Ti potrebbero interessare anche:

La Corte dei Conti ammonisce: 'Fisco già eccessivo'
Strage di bambini per il tornado killer. Oltre cento persone estratte vive
Renzi, quindicimila nuovi posti nella Pa
Caporalato, l'allarme del ministro Martina: "Va combattuto come la mafia"
MISSIONE LIBIA/ Droni, 6 navi e mille soldati, il governo decide
Coronavirus, primo contagio in Nigeria: è un italiano



wordpress stat