| categoria: Senza categoria, sport

Toni e Jovetic, i viola ripartono

In un colpo solo la Fiorentina contro il Parma ha ritrovato la vittoria e i gol dei suoi attaccanti che ancora le mancavano in questo inizio 2013. Porta la firma di Toni, al 7/o sigillo stagionale, e Jovetic, al 9/o, il 2-0 che la squadra di Montella – nella domenica dei rientri di Pizarro e Viviano entrambi positivi e dei ko di Lazio e Inter che la riavvicinano all’Europa che conta -, ha inflitto alla formazione di Donadoni, al secondo ko di fila dopo quello subito domenica scorsa al Tardini con il Napoli. Un successo voluto, cercato fin dalle prime battute e meritato quello dei viola che hanno sbloccato la gara al 28′ del primo tempo con il 36enne attaccante capace di fare reparto da solo: su assist di Cuadrado, applaudito per i scatti e i suoi lampi di classe, Toni – che non segnava dal 16 dicembre scorso – e’ saltato piu’ in alto di tutti beffando prima Paletta poi Mirante, decisivo precedentemente su Savic e in alcune pericolose mischie in area. Fino ad allora comunque il Parma, schierato col 4-3-3, non aveva affatto sfigurato sfoderando veloci ripartenze, una manovra ordinata e creando qualche brivido alla difesa avversaria: come al 14′ con l’unico vero acuto di Belfodil (parata di Viviano acclamato dalla curva Fiesole), al 17′ con Valdes e quindi al 35′ – con i viola gia’ avanti – quando Viviano tornato titolare dopo quasi due mesi ha respinto su Sansone. A inizio ripresa pero’ la Fiorentina ha praticamente chiuso il match grazie ad un tocco ravvicinato di Jovetic imbeccato da Migliaccio: il montenegrino, che aveva segnato l’ultima volta il 22 dicembre con una doppietta a Palermo, ha eluso il controllo di Lucarelli facendo esplodere il pubblico di casa dopo che nel primo tempo non era mancato qualche segno di insofferenza nei suoi confronti per alcuni passaggi imprecisi. A quel punto i viola hanno giocato con la forza e la lucidita’ di chi era consapevole di avere ormai in pugno la gara anche perche’ e’ parso subito chiaro che il doppio vantaggio aveva tagliato le gambe e le speranze del Parma. Donadoni ha tolto l’opaco Belfodil per l’ex Amauri e poi inserito neo acquisti Mariga e Coda ma la sua squadra non si e’ riaccesa come il suo tecnico sperava. Anzi, e’ stata la Fiorentina capace di conservare imbattuta la propria porta dopo molto tempo a segnare di nuovo con Toni su assist di Jovetic (gol annullato per fuorigioco del centravanti) e a creare altre occasioni con Cuadrado (due volte) e El Hamdaoui, entrato al 26′ al posto di JoJo che, in diffida, avrebbe potuto rischiar con un’ammonizione di saltare la prossima attesissima trasferta con la Juve.

Ti potrebbero interessare anche:

Materazzi spara a zero su Ibrahimović
IL PUNTO/ Letta, voltata pagina su una stagione politica di vent'anni
L'Europa sorride alla Lazio, a Praga pareggio d'oro
Rio 2016, sentenza choc del Tas: 8 anni di squalifica a Schwazer
GERMANIA/ Malcontento nella Cdu per il mancato divieto del burqa
FOCUS/ F1, fine di un'era, Eccleston deposto non è più il re



wordpress stat