| categoria: Senza categoria

Zeman: “Smettere di allenare? Mi devono sparare”

”Smettere di allenare? Mi devono sparare”. Zdenek Zeman non molla. Nemmeno il fresco esonero dalla panchina della Roma ha tolto al boemo la voglia di continuare a predicare il suo calcio. Dopo la traumatica separazione dalla societa’ giallorossa dovra’ cercarsi un altro incarico, lontano dalla Capitale, dove pero’ non ha perso estimatori. Nella notte scorsa, infatti, in tanti si sono dati appuntamento al Fleming, quartiere dove abita l’allenatore, per testimoniargli vicinanza e affetto. Un pellegrinaggio, proseguito anche nella giornata odierna, cui l’allenatore ha risposto scendendo da casa (”Che succede qua? Io devo dormire. Avevo visto tanta gente, ero preoccupato”) e sollevando i sostenitori di Zemanlandia da qualsiasi colpa. ”A voi dispiace tantissimo? A me di piu’, e voi non c’entrate” le parole immortalate da un video pubblicato su Facebook. ”Quando mi hanno comunicato l’esonero? Me l’hanno detto oggi – ha ammesso Zeman, scuotendo poi la testa a chi gli chiedeva se la situazione fosse diventata irrecuperabile – Ci sono altri modi, altri pensieri. Potevamo fare meglio”. In effetti il cammino della sua Roma e’ stato decisamente insoddisfacente con appena 34 punti in 23 giornate di campionato, considerato anche lo 0-3 a tavolino di Cagliari. E proprio la gara di ritorno coi sardi e’ stata fatale a Zeman. La pesante sconfitta all’Olimpico ha spinto la dirigenza a voltare pagina, esonerando il boemo e affidando temporaneamente la panchina ad Aurelio Andreazzoli, il tattico dell’era Spalletti (che dalla Russia si e’ subito congratulato col suo vecchio collaboratore) che domani pomeriggio a Trigoria dirigera’ il suo primo allenamento. In mattinata, invece, i collaboratori di Zeman andranno a svuotare gli armadietti. Difficilmente dalle parti del centro sportivo si vedra’ anche il boemo, ‘scaricato’ da gran parte della squadra nel 4-2 di venerdi’ sera. ”Se i giocatori mi hanno telefonato? Qualcuno…” ha confessato Zeman ai tifosi, col pensiero che e’ subito andato al capitano Francesco Totti, uno dei pochi a credere fino alla fine nella bonta’ delle idee e del lavoro dell’allenatore di Praga. Sui social network, strumento preferito dai giocatori per comunicare il loro pensiero, il solo Pjanic ha invece avuto voglia di farsi sentire. ”Sicuramente e’ stata una decisione non facile per la nostra dirigenza. Mi dispiace tanto che sia finita cosi’ e auguro il meglio al nostro mister” le poche parole spese dal bosniaco, che con Zeman aveva avuto un diverbio nel derby perso all’andata. ”Adesso cambiamo pagina e vi chiedo di essere uniti per riportare normalita’ e uscire da questa situazione per il bene della nostra Roma!” ha quindi aggiunti rivolgendosi alla tifoseria, e forse indirettamente un po’ anche alla societa’.(ANSA). Y90 03-FEB-13 19:24 NNN

Paul Gascoigne ha bisogno di aiuto”. A confessarlo e’ stato il suo agente Terry Baker alla BBC Radio 5 Live dopo che il 45enne ex centrocampista della Lazio si e’ presentato ubriaco e tremante a una serata di beneficenza. “Ho telefonato all’organizzazione e ho detto loro che sarebbe stato meglio rinunciare – ha continuato – Ma lui ha insistito dicendo che aveva delle nuove barzellette da raccontare e che sarebbe stato in perfetta forma. Era piuttosto sconvolto ma ha insistito per andare. Poi, quando e’ andato sul palco, lo abbiamo messo seduto e ha iniziato a tremare”. “Negli ultimi due anni – ha continuato Baker – non lo avevo mai visto assumere alcolici”. Lo scorso novembre Gascoigne era anche tornato all’Olimpico di Roma, ospite della Lazio in occasione della sfida di Europa League fra i biancocelesti e il Tottenham ed era apparso in buone condizioni. “Ha fatto sforzi enormi per rimettere la sua vita sui binari giusti ma ora qualcosa e’ andato in modo sbagliato – conclude – Siamo molto preoccupati”.

Ti potrebbero interessare anche:

SANREMO/ DA suor Cristina a Lorenzo Fragola, impazza il toto-big
Italicum, sì alla seconda fiducia. E nei guai ora sono gli avversari di Renzi
Spy-story, condannata a tre anni e tre mesi ex Dg della Asl di Bari
BELLEZZA/ Dermatologo, no ai filtri solari d'inverno, è eccesso di cosmesi
REGIONALI 2018/ Il Centrodestra cerca un avversario per Zingaretti. Nel vuoto spunta Brunetta
ALLARME/ IL 66% DEI MEDICI VITTIMA AGGRESSIONI FISICHE O VERBALI



wordpress stat