| categoria: Senza categoria, sport

F1/ Ultimo giorno a Jerez, per la Ferrari primo stop

Il primo assaggio della stagione 2013 di Formula 1 fa sorridere la Ferrari, nonostante un piccolo inconveniente che nell’ultima giornata ha dimezzato il lavoro del collaudatore Pedro de la Rosa. La nuova F138 ha ottenuto la miglior prestazione tra tutte le monoposto impegnate nei quattro giorni di test a Jerez de la Frontera, dove Felipe Massa e’ stato l’unico a scendere sotto il muro dell’1’18”, nonostante siano scesi in pista Sebastian Vettel e Lewis Hamilton. ”Questa macchina e’ un altro pianeta rispetto a quella del 2012”, aveva detto il brasiliano dopo aver provato per la prima volta la nuova rossa, e il risultato conferma questa impressione. Di fatto nessuna vettura ha dominato, riproponendo in scala ridotta quello che e’ avvenuto nello scorso campionato, quando le prime gare sono state vinte tutte da piloti diversi. Ma per il Cavallino e’ arrivato anche il primo guaio: un principio di incendio, dovuto ad un problema al cambio, ha costretto Pedro De La Rosa, oggi al volante della F138, a fermarsi dopo neanche due giri. Gli addetti al soccorso sono intervenuti con gli estintori e la macchina e’ stata trainata ai box. La squadra ha impiegato tutta la mattinata per completare le verifiche. Solo nel pomeriggio, il collaudatore spagnolo e’ tornato in pista e completare una cinquantina di giri, dedicati principalmente sulle prove di configurazioni aerodinamiche, con un tempo finale, il nono, di 1’20”316. Il migliore della giornata e’ stato il finlandese Kimi Raikkonen, che con la Lotus ha chiuso in 1’18”148, a circa due decimi dal ”record” di ieri di Massa (1’17”879). I tempi stabiliti oggi pomeriggio sono stati, Ferrari a parte, i migliori delle quattro giornate e per questo fa buona impressione il terzo crono ottenuto in soli 56 giri totali dal francese Jules Bianchi (1’18”175), pilota di riserva della Force India che ora spera di poter occupare il posto ancora libero a fianco dello scozzese Paul di Resta. Il tricampione del mondo Sebastian Vettel si deve ”accontentare” del quinto tempo, con 1’18”565, con la nuova Red Bull Rb9, mentre tra i top driver Jenson Button con la McLaren ha ottenuto il nono (1’18”861) e il suo ex compagno di squadra Lewis Hamilton, passato alla Mercedes, il decimo (1’18”905). Ora i team torneranno a lavorare nelle rispettive sedi, in attesa della prossima sessione di test, in programma sul Circuito de Catalunya, a Barcellona, dal 19 al 22 febbraio.

Ti potrebbero interessare anche:

CALCIO/Livorno-Verona finisce 2-3
TV/ L'appello dello psichiatra, stop allo spreco di cibo nei talent di cucina
NUOTO/ L'outing di Thorpe, basta con le menzogne
Day after a Refrontolo, sotto accusa le colline del prosecco
Champions, la Roma cerca il colpo nel gelo di Mosca
Scontro politico sui migranti, Maroni, Zaia e Toti contro tutti



wordpress stat