| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Vigili all’attacco del commercio abusivo: sequestrati fiori e ombrelli

Ventiquattro sequestri amministrativi, effettuati oggi nei confronti di ambulanti itineranti, dalla polizia di Roma Capitale impegnata nel contrasto del commercio abusivo. Sanzionato un intero banco di prodotti ortofrutticoli, requisite 150 casse di merce, un carrello con 85 sacchi di patate, 500 mazzi di fiori, 58 piante accanto ad ombrelloni ed attrezzature per la vendita. I 70 agenti impegnati nell’operazione sono intervenuti in piu’ localita’, nelle vicinanze dei mercati rionali e dei supermercati dei municipi I, IX, XVII, XIX e XX. In particolare nel quartiere di Vigna Stelluti gli agenti hanno confiscato una cinquantina tra borse, portafogli e cinture griffate che venivano offerti da stranieri che sono stati denunciati all’autorita’ giudiziaria. Per sette persone, di nazionalita’ bengalese, e’ stata necessaria l’identificazione tramite fotosegnalamento presso la questura. Ingente, inoltre vista la giornata di pioggia, il quantitativo di ombrelli, piu’ di 300 sequestrati a carico di ignoti che hanno preferito sbarazzarsi della merce piuttosto che essere fermati. (segue “Ancora una azione di contrasto, da parte della polizia di Roma Capitale, nei confronti del commercio abusivo -ha dichiarato il sindaco di Roma Gianni Alemanno incontrando nella capitale i vertici della polizia- stiamo notando miglioramenti importanti nelle piazze del centro storico pero’ c’e’ ancora un lavoro da svolgere in profondita’. Per cio’ che riguarda il commercio abusivo -ha ricordato ancora Alemanno- si tratta spesso di situazioni isolate, ma nella maggior parte dei casi si tratta anche di reti che partono da luoghi di distribuzione e poi la merce viene portata sul territorio”. “Lo sforzo che sta facendo la polizia municipale e’ quello di risalire a monte del fenomeno per bloccare i centri del rifornimento e al contempo avere la massima collaborazione tra tutte le forze dell’ordine. Ci sono intere etnie che sono organizzate. Bisogna assolutamente debellare queste organizzazioni. Tutto questo e’ intollerabile soprattutto quando ci sono flussi turistici. Si tratta poi di una concorrenza sleale nei confronti dei commercianti che hanno regolari permessi. Lo ripeto -ha concluso il sindaco- e’ intollerabile anche per il fatto che si tratta di vere e proprie molestie, di fastidio nei confronti di cittadini e turisti”.

Ti potrebbero interessare anche:

Muccino: "Io ingrassato? Faccio film, non l'attore"
Giallo a Rozzano, scompare a 16 anni. La sorellina fu uccisa in una strage nel 2003
L'Isis ai foreing fighter inglesi: colpite in casa gli infedeli
SCUOLA/ A Roma un sito mette in rete l'offerta formativa
Dallas, rivolta razziale. Uccisi quattro agenti sette feriti
Prostituzione e droga nel torinese, controllavano ragazze con una app



wordpress stat