| categoria: economia, Senza categoria

Anche Bankitalia chiede una tregua per le tasse

Le “gravi vicende” che hanno colpito Mps “non cambiano le nostre valutazioni sul sistema bancario italiano” che “é fondamentale sano” e con una “esposizione contenuta verso i prodotti della finanza strutturata”. Il governatore di Banca d’Italia Ignazio Visco lancia al Forex un messaggio pacato, se non rassicurante. I Monti bond da 3,9 miliardi di euro per il Monte dei Paschi di Siena “non sono un salvataggio di una banca in crisi” ma “un prestito, concesso dallo Stato a un costo particolarmente elevato e crescente nel tempo”. Le perdite emerse in Mps sulle operazioni strutturate non avranno un “impatto talé da pregiudicare l’adeguatezza patrimoniale complessiva della banca”. Secondo Visco “ne abbiamo tenuto conto del parere dato” al Tesoro sull’iter dei Monti Bond. Le banche in perdita “non dovranno distribuire bonus”. Questo il monito del governatore che chiede che “la parte variabile delle remunerazioni” fletta in linea con i risultati reddituali. Se “non si avrà un adeguamento spontaneo”, “norme e controlli saranno più stringenti”.”La questione dell’elevato livello della fiscalità per i cittadini, le imprese e le banche è cruciale” e occorre “affrontarla in una prospettiva di medio periodo”. Visco chiede un’azione con “equilibrio, lungimiranza e attenzione ai vincoli bilancio”.”L’Italia non deve abbassare la guardia” perché “il definitivo superamento della crisi richiede, ulteriori, prolungati, sforzi”.

Ti potrebbero interessare anche:

Fiscal Cliff, anche la Camera vota sì. Obama: Ho mantenuto le promesse
Alimenti scaduti, maxisequestro Nas nel Forlivese
Netanyahu vuole una nuova città-colonia in Cisgiordania
Lynch, procuratore generale: corruzione nei mondiali del Sudafrica e nella Coppa America 2016
La Svezia vuole riconoscere il Polisario, il Marocco blocca Ikea
IL PUNTO/ L'Agenas spiega perchè la sanità di Zingaretti non esce dal tunnel



wordpress stat