| categoria: Senza categoria, sport

Vucinic-Matri gol e la pratica Fiorentina è liquidata. Avanti Juve

Due gol degli attaccanti, tre punti e la Juventus sorride. I bianconeri battono 2-0 una brutta Fiorentina e mandano un messaggio forte e chiaro alle potenziali rivali scudetto. La ‘vecchia signora’ archivia gia’ nel primo tempo una pratica che sembrava insidiosa grazie alle reti di Vucinic e Matri, poi nella ripresa controlla senza patemi. I viola invece si spengono dopo un paio di buone occasioni di Jovetic, ancora sotto tono. La Juventus sale momentaneamente a 55 punti e ora la palla al Napoli, staccato di 6 lunghezze dalla capolista, in campo stasera all’Olimpico contro la Lazio. La Fiorentina lascia a Pirlo grande liberta’ di movimento e gia’ dopo 10 minuti il regista bianconero inventa un lancio millimetrico per Marchisio: il sinistro del n.8 attraversa lo specchio della porta e si spegne sul fondo. Passa un minuto e Marchisio ci riprova da fuori sfiorando il palo. La pressione della Juventus e’ costante, la Fiorentina puo’ concedersi solo un paio di break: uno scambio Toni-Jovetic in area con Buffon che chiude lo specchio, una giocata del montenegrino che si gira bene e calcia di sinistro trovando la risposta del portiere. Jo-Jo si sbatte senza fortuna, il suo connazionale in maglia bianconera fa centro. Vucinic sblocca il risultato al 20′ con un destro di collo pieno dopo una respinta corta della difesa viola: Viviano resta immobile, anche troppo. E passata la mezz’ora, complice una palla persa da Rodriguez, Vucinic ha un’ottima chance per il bis: stavolta il n.9 si fa ipnotizzare da Viviano e la Fiorentina si salva. Troppe, pero’, le occasioni concesse ai campioni d’Italia. E al 41′ Matri non sbaglia l’opportunita’ per il raddoppio servitagli su un piatto d’argento da Vidal: l’attaccante perde lo scarpino, ma il suo destro a piede nudo basta e avanza per battere Viviano. La prima mossa di Montella arriva al 57′: fuori Toni, dentro El Hamdaoui. Ma i viola combinano poco e a tenere in ansia la Juve e’ soprattutto la botta al ginocchio rimediata da Vucinic, che esce zoppicante, sostituito da Giovinco. Il finale e’ tutta accademia della Juventus, vicina al terzo gol con un sinistro di Matri (67′) di poco sul fondo e con un destro a giro di Giovinco (78′) respinto in tuffo da Viviano. La Fiorentina, del resto, con la testa e’ gia’ nello spogliatoio.

Ti potrebbero interessare anche:

SONDAGGI/ Marino in testa, centro destra insegue. E l'outsider Marchini?
Toni fa volare il Verona, Lazio in caduta libera
TENNIS/ Australian Open, terza finale consecutiva per Errani e Vinci
Gelato a primavera, 29ma edizione. Consegnate oltre centomila cartoline
Legge di stabilità, arrivoano i voucher per badanti e asili nido
"Spia russa", Iran impicca uno scienziato nucleare



wordpress stat