| categoria: gusto

Gli Alemagna tornano in pista con il cioccolato d’autore

– La famiglia Alemagna torna nell’industria dolciaria. Gli eredi dei produttori del panettone di pasticceria col marchio ‘A’, uno dei simboli di Milano con storico punto vendita a Piazza del Duomo, sono due giovani imprenditori, freschi di laurea alla Bocconi, Tancredi e Alberto Alemagna che domenica a Roma, nell’ambito della prima edizione di Ciok in Roma alla Centrale Montemartini, saranno premiati dalla ‘Compagnia del cioccolato’ Onlus con la ‘Tavoletta d’oro’ per una preparazione a base di cacao e limoni di Sorrento.Con l’orgoglio di appartenere ad una famiglia imprenditoriale lombarda, capace di esporre un Canaletto nel punto vendita oggi scelto da Giorgio Armani, i fratelli Alemagna dichiarano una ”grande voglia di riprendere quei bei tempi interrotti nel 1975 con la vendita parziale dell’azienda all’Iri e poi nel 1993 a Nestle’. Ricominciamo dal cioccolato artigianale, e vogliamo valorizzare i geni di famiglia” annunciano presentando le praline e il tavolettame a marchio ‘T’a Milano – Sentimento Italiano’ la cui produzione si concentra a Cerro Maggiore, nel milanese.”Ci siamo rimessi in gioco da cinque anni – racconta Alberto Alemagna – giocando col packaging di produzioni che spaziano dalle praline di frutta ai lecca lecca. Abbiamo un brevetto per la lavorazione della frutta fresca e otteniamo dei chicchi di mango, pesca, frutti della passione, avvolti dal fondente; siamo gli unici in Italia. Il cacao ‘Venezuela’ e’ il nostro cavallo di battaglia, e utilizziamo anche le fave di varieta’ messicane di recente scoperta. Nella gamma dei grand cru anche il criollo che e’ il top per quanto riguarda il cibo degli dei. Pensiamo ai palati piu’ esigenti, mantenendo tuttavia una genuinita’ di produzione, e privilegiando produzioni del territorio italiano, come le nocciole. Un modo per valorizzare le radici, e rispettare l’ambiente, anche attraverso confezioni di design e scatole realizzate con materiali ecocompatibili, biodegradabili e compostabili, che hanno ottenuto l’Oscar dell’imballaggio 2008”. I cioccolatini artigianali T’A hanno ottenuto, tra gli altri, il premio Vinitaly 2011 come ‘miglior produzioni dei dolci’ e il premio internazionale Le Fonti – Eccellenza nella tradizione alimentare 2012.

Ti potrebbero interessare anche:

ENOTECHE DI ROMA/ Vinai Trimani, tra pezzi di storia e attualissima qualità
Con Extralucca torna in Toscana 'salotto dell'olio'
Slow fish, è nato il presidio nazionale dell'extravergine
A Carnevale ogni dolce vale, viaggi solo per golosi
Cibo: con Alce Nero e chef Salvini alla scoperta delle eccellenze dell'orto
Nasce l'Associazione Italiana degli Ambasciatori del Gusto



wordpress stat