| categoria: Senza categoria, sport

El Shaarawy, nessuna incompatibilità con Balotelli

“Incompatibilita’ tra me e Mario Balotelli? Accettiamo tutto quello che viene scritto dai giornali e le critiche pero’ mi sembra un po’ eccessivo parlare di questo perche’ sono passate solo due partite e abbiamo bisogno di tempo per trovare e provare le nostre idee e i nostri schemi. Ci vuole tempo e sappiamo che dobbiamo migliorare in certi aspetti e non credo che ci sia incompatibilita’ tra noi anche perche’ con l’Udinese e’ arrivato un mio assist per Mario e anche in allenamento ci troviamo molto bene. Non c’e’ nessun tipo di problema”. Queste le parole dell’attaccante rossonero Stephan El Shaarawy ai microfoni di Milan Channel, sulla compatibilita’ in campo con Mario Balotelli. El Shaarawy pensa oltre. “La lotta per il terzo posto con l’Inter sara’ lunga e andra’ oltre il derby. Ci sono ancora tante partite e tanti punti in ballo e in queste partite puo’ succedere di tutto. Noi puntiamo a fare il massimo. Con il Parma sara’, come tutte le partite, difficile perche’ sono una buona squadra. All’andata abbiamo pareggiato. Dobbiamo scendere in campo determinati. Giochiamo in casa e dovremo fare il nostro gioco per cercare la vittoria. Sarebbe bello riuscire a segnare -spiega l’attaccante- ma in questo momento e, come dico sempre, l’importante e’ importante la vittoria”. (sCALCIO: EL SHAARAWY, NESSUNA INCOMPATIBILITA’ CON BALOTELLI (2) (Adnkronos) – Il Faraone pensa a recuperare. “Ho questo problema al ginocchio che mi porto dietro da due-tre anni. Ci convivo pero’ con lo staff del Milan lo riusciamo a gestire ma ogni tanto, durante la partita, mi viene qualche fastidio. Anche ieri ho accusato un po’ di dolore ed e’ stato giusto togliermi perche’ non ero in grado di finire la partita. Il fatto che stiano recuperando tutti gli infortunati e’ positivo perche’ nelle partite che contano ci serve il contributo di tutti. C’e’ bisogno dell’applicazione di tutti. Il Pazzo ha fatto tanti gol e per noi e’ veramente importante”. Il bomber di origini egiziane si e’ poi detto dispiaciuto per “non essere andato al torneo di Viareggio. Sono rimasto qui a Milanello e ne ho approfittato per fare i miei lavori al ginocchio. Mi sarebbe piaciuto andare ma la cosa non era fattibile. Faccio il mio in bocca al lupo alla primavera e spero che facciano bene perche’ e’ un torneo prestigioso e una grande vetrina per i giovani. Io l’ho disputato due volte ma non sono riuscito a vincerlo. Il Viareggio e’ una vetrina importante per farsi notare ma per arrivare in alto devi fare bene nella stagione e nel tuo campionato”. El Shaarawy e’ poi tornato a parlare della gara con il Cagliari: “e’ stata una partita difficile perche’ loro se la giocavano ed erano aggressivi e determinati. Ci hanno messo in difficolta’ nel primo tempo dove hanno creato molte occasioni. Noi, come in quasi tutte le partite, siamo usciti nel secondo tempo e verso la fine siamo riusciti a trovare la via del gol. E’ un punto guadagnato. Il loro gol e’ stata una piccola disattenzione nostra dove Ibarbo e’ stato bravo. Poi abbiamo reagito e abbiamo fatto una buona prova nel secondo tempo”, conclude l’attaccante rossonero.

Ti potrebbero interessare anche:

Sos estetica, il 30% degli interventi è per riparare ai danni dei "ciarlatani"
SFRATTI/ I movimenti per la casa bocciano le misure, pronti a blocchi nelle città il 20 gennaio
Gli Ac/Dc sull'orlo dello scioglimento
USA/ Dopo "marijuana libera" primi licenziamenti dei lavoratori che fumano
Violenza donne? Per un giovane su 3 è fatto privato di coppia
Il Pescara di Zeman sempre più giù, la B è vicina



wordpress stat