| categoria: economia, Senza categoria

E’ stato un anno nero per la pubblicità, si salva solo internet

Il mercato della pubblicita’ chiude con il peggiore risultato degli ultimi 20 anni con una performance negativa del 14,3%, scendendo per la prima volta dal 2003 sotto la soglia degli 8 miliardi di euro a prezzi correnti. E’ quanto emerge dall’analisi curata da Nielsen Media Research. In termini reali significa che, al netto dell’inflazione, si torna addirittura ai livelli del 1991; questo fa quindi pensare ad un cambio strutturale e non congiunturale nella sua composizione. In termini di mezzi, con l’unica eccezione di internet (in crescita del 5,3%), il calo e’ trasversale. I quotidiani crollano del 17,6%, i periodici del 18,4%, la tv del 15,3%. Male anche la radio (-10,2%) e l’outdoor (-12,5%), così come il transit (-10,6%) l’out of home tv (-10,2%). In caduta libera pure il cinema, a -18,7%, e il direct mail a -18%. Anche per il web, tuttavia, l’ultimo scorcio del 2012 e’ stato molto difficile. Per quanto riguarda i settori, il taglio dei budget pubblicitari ha coinvolto quasi tutte le industry. Tra le poche eccezioni turismo/viaggi (+5,1%), trascinata dall’apertura alla concorrenza nel mercato pubblicitario e alla competizione aereo/treno sulla tratta Roma-Milano. Evidentemente questo risultato non riesce a compensare la contrazione di settori molto più rilevanti in termini di spesa quali alimentari, telecomunicazioni, automotive. Una nota positiva per il mondo della comunicazione aziendale è la sostanziale tenuta del numero degli inserzionisti in Italia, rispetto al crollo del mercato (-2,4% nel complesso, -0,4% sulla tv e + 20% su internet). Se da una parte questo fenomeno segnala un calo del prezzo medio dell’advertising, dall’altro è indice di una fiducia da parte delle azienda nella leva della comunicazione, nonostante il periodo economico difficile.

Ti potrebbero interessare anche:

EXPO/ "Adotta l'Aquila", al via campagna di rilancio turistico
Diagnostica, in arrivo test immunologici hi tech
Arriva a Bruxelles il piano di Atene, Ue apre sul debito
Le sei spiagge "malate" del Litorale laziale
Roma brucia, due incendi a Cinecittà e Magliana
SICILIA: BERLUSCONI, UN MESE NELL'ISOLA E TOUR PORTA A PORTA?



wordpress stat