| categoria: attualità, Senza categoria

Morte Gatti, forse un mix di sostanze

Franco Gatti, cantante del gruppo Ricchi e Poveri

Per la morte di Alessio Gatti, figlio 23enne del cantante-chitarrista dei Ricchi e Poveri, Franco, è cambiata l’ipotesi di reato. La procura, che in un primo momento aveva ipotizzato l’omicidio colposo, ha deciso di aprire un fascicolo per ”morte come conseguenza di altro reato”. Si tratta – hanno spiegato in procura – di ”un atto tecnico” per poter svolgere tutti gli accertamenti del caso. Gli investigatori intendono analizzare i tabulati telefonici, le chiamate e il computer del ragazzo. Intanto si attendono i risultati dell’esame autoptico, e sono in corso accertamenti per verificare se tra il materiale sequestrato in casa Gatti vi fosse effettivamente della sostanza stupefacente. Dalla procura e’ stato confermato nell’abitazione oltre ad un piccolo quantitativo di polvere sospetta sono state trovate e sequestrate una bottiglia di superalcolici e alcuni farmaci in pastiglie. Non si esclude anche l’ipotesi che il giovane possa essere morto in seguito all’assunzione di un mix di queste sostanze.Redazione Online News

Ti potrebbero interessare anche:

Sempre più news su Rete4, anche Parenzo e Cruciani
Rom e sbandati, "bonificato" il viadotto della Magliana
Israele, ancora attacchi ai passanti. Isis: decapitate gli ebrei
Parte lo studio di "smile", kit per rilevare la carie dalla saliva
NBI/ Kobe, lacrime e 60 punti per il grande addio
Barcellona, è morto il bimbo dato per disperso



wordpress stat