| categoria: regioni, Senza categoria

Sindaco grillino nel Veneziano ‘caccia’ assessore incinta

Roberta Agnoletto, l'assessore accantonato perchè incinta

Ufficialmente si tratterebbe di un semplice rimpasto di deleghe tra assessori ma una di loro, in dolce attesa e tolta dal nuovo esecutivo è convinta che la sua esclusione sia legata alla gravidanza.Succede a Mira nella giunta Cinque Stelle guidata dal sindaco 27enne Alvise Maniero. Secondo l’avvocato Roberta Agnoletto che aveva accettato deleghe part-time all’Ambiente e allo Sport, l’avvicendamento che a fine marzo non la vedrà nel nuovo gruppo degli assessori sarebbe proprio dovuto al suo stato. La stessa professionista lo avrebbe denunciato a dipendenti comunali e ai consiglieri di Mira in una mail in cui spiegherebbe che a fine gennaio le era stata comunicata l’esclusione per l’imminente parto. Secondo quanto riporta il blog del Movimento Cinque Stelle Agnoletto nella sua comunicazione si dice “davvero molto dispiaciuta. Non me l’aspettavo”. “La decisione – prosegue la professionista – me l’ha comunicata la presidente del consiglio comunale Serena Giuliato su ordine del sindaco”. “Una cosa che mi ha fatto agitare ma nonostante tutto non mi dimetterò”.
Partendo dal presupposto che il sindaco è il responsabile dell’attività della giunta Alvise maniero, primo cittadino di Mira (Venezia), non è colpevole di aver ‘licenziato’ l’assessore ed avvocato Roberta Agnoletto perché incinta. Sul sito dei ‘grillini’, tra fraintendimenti, repliche e correzioni di rotta, nessuno vede nella maternità dell’assessore bocciata la motivazione della sua esclusione dalla giunta. Sembra piuttosto, e molti cognomi sembrano della zona, che i ‘blogghisti’ difendano il sindaco perché la ex assessore tra gravidanza ed impegni come avvocato non potesse essere “una e trina”. Così per “Lallo” – che raccoglie consensi – la sostituzione dovrebbe essere interpretata non come una bocciatura ma come un dovere nei confronti del M5S, se ritenuta inadeguata, e dall’altra un sollievo per la propria salute e la gravidanza. Rossano invece si affida a una “lettera aperta all’ ass. avv. Roberta Agnoletto”. “In un epoca in cui anche il Papa si dimette – rileva – perché non è più in grado di operare al meglio per la sua comunità non vedo per quale motivo un assessore che ha voluto avere un figlio, non possa avere la chiara consapevolezza di avere delle priorità diverse da quelle politiche”.

Ti potrebbero interessare anche:

MPS/ Da Alexandria effetti disastrosi, sequestrati due miliardi
Cinque navi, droni, elicotteri, si parte. Via libera all'operazione "Mare nostrum"
Renzi stoppa Berlusconi, niente diktat sulla legge elettorale
Ultime battute per il jazz di "Time in Sassari"
CALCIO/ Il figlio di Mancini firma con Dc United di Thorir
L'esercito di Damasco assedia la città di Palmira



wordpress stat