| categoria: attualità, Senza categoria

Il giallo Missoni, ritrovate due sacche aperte e vuote

Resta aperto il caso della scomparsa dal 4 gennaio dell’aereo che trasportava da Los Roches a Caracas Vittorio Missoni, la sua compagna Maurizia Castiglioni e una coppia di amici bresciani, Guido Foresti ed Elda Scalvenzi. ”Resta aperto”, almeno secondo i loro familiari che in un comunicato oggi hanno sottolineato come le sacche ritrovate nei giorni scorsi sull’isola di Bonaire, di fronte alle coste del Venezuela, erano vuote e con le cerniere completamente aperte. ”E’ stato ritrovato un borsone appartenente a Vittorio Missoni e che riportava il suo nome”, hanno spiegato. ”Lo stesso bagaglio aveva un’etichetta supplementare con il nome di Maurizia Castiglioni. Contemporaneamente, poco distante, e’ stata rinvenuta una borsa piu’ piccola, sempre di Vittorio Missoni, che all’origine era contenuta nel borsone piu’ grande. Ambedue le sacche erano vuote e molto rovinate all’interno, e con le numerose cerniere completamente aperte”. Quindi, hanno aggiunto, ”il caso non e’ chiuso: questo ritrovamento e quello del 4 febbraio scorso a Curacao sono attualmente al vaglio della magistratura italiana e di quella venezuelana che continuano ad indagare sulla sparizione dell’Islander e dei suoi passeggeri”. ”Nel ringraziare tutti gli organi di informazione per la costante attenzione che stanno dedicando al caso – hanno concluso -, preghiamo che venga osservata la massima cautela nella diffusione di notizie che non siano piu’ che verificate, nel rispetto della difficile situazione di grande incertezza che stiamo vivendo”. Dal momento della scomparsa, sono iniziate le ricerche dell’aereo, un Islander YV2615. A seguire le operazioni, e’ partito dall’Italia anche un pool di esperti. Non si tratta dell’unico velivolo scomparso su quella tratta. Proprio il 4 gennaio del 2008 si erano perse le tracce di un piccolo aereo da turismo con otto italiani a bordo. Nei prossimi giorni partira’ dalla Louisiana una nave oceanografica per scandagliare i fondali dell’area alla ricerca di quell’aereo, operazioni che dovrebbero iniziare l’8 marzo e che potrebbero, hanno spiegato alcune fonti nei giorni scorsi, essere estese all’aereo su cui si trovavano Missoni, la compagna e i due amici.

Ti potrebbero interessare anche:

Roma riesce a litigare anche sulle luminarie arcobaleno
Rivoluzione Moretti, nasce la nuova Finmeccanica
M5S/ Caos per espulsioni, direttorio a nervi tesi: ci facciamo male da soli
Trenta punti (i soliti, virtuali) per gestire l'emergenza Pronto Soccorso
Record mondiale per Gentileschi, Getty paga 30,5 milioni di dollari
Acerra, due giovani armati e incappucciati seminano il panico davanti alle scuole



wordpress stat