| categoria: Senza categoria, spettacoli & gossip

Enrico Brignano alla conquista di Hollywood

L’attore Enrico Brignano e’ arrivato a Hollywood per partecipare al festival Los Angeles, Italia in programma al Teatro Chinese sino alla vigilia degli Oscar. ”Sogno di ripetere il miracolo di Troisi e Benigni ovvero di guadagnarmi uno spazietto tra i miti di Hollywood. E stavolta non potevo proprio fallire l’appuntamento, cosi’ ho mollato tutto e sono salito sull’aereo alla ricerca del mio sogno americano. Hai visto mai…” ha detto Brignano al suo arrivo in California. L’artista presentera’ martedi’ 19, in anteprima mondiale, il suo recente lavoro con il regista Andrea Zaccarierllo ”Ci vediamo domani”. ”Sono molto emozionato ma ce la mettero’ tutta per stare in piedi davanti al mio mito Al Pacino e per convincere Quentin Tarantino che oltre agli Spaghetti-Western deve lavorare anche sulla commedia all’italiana. Nel mio caso all’Amatriciana” scherza l’artista in trasferta Usa nella veste di ambasciatore dell’arte e dello spettacolo italiano al fianco di Michele Placido, Iginio Straffi, Zucchero, Giuliano Gemma, Fausto Brizzi, Luca Lionello e molti altri. Promosso dall’Istituto Capri nel mondo con Rainbow Group, Eni, Cin Group, il sostegno della Dg Cinema Mibac in collaborazione con il Consolato Generale d’Italia, l’Ice e Cineciaata’ Studios, l’ottava edizione di L.A. Italia -Film, Fashion and Art Fest, organizzata come ogni anno da Pascal Vicedomini, prevede una settimana di proiezioni, performance ed eventi sino alla vigilia degli Oscar a cui l’Italia partecipa quest’anno con la nomination per il compositore Dario Marianellli (che concorre per la colonna sonora di ”Anna Karenina”) e col documentario sulla onlus Emergency (di Keif Davidson). Per la serata inaugurale con l’omaggio ad Al Pacino che ritirera’ l’Inaugural Jack Valenti Legend Award e’ attesa una folla di star che include il regista David O Russel in corsa per 8 oscar col film ”Il lato positivo”, Eli Roth, Mathieu Kassovitz, Nastassja Kinski, Paz Vega, Joe Mantegna, Robert Davi, Vince Spano, i premi Oscar Paul Haggis, Bobby Moresco, Steven Zaillian e i produttori Harvey Weinstein, Avi Lerner e David Foster.

Ti potrebbero interessare anche:

Il sindaco di Lucera si incatena, manca la Tac in ospedale
CONCORSO IPPICO/ Eccellenza e tradizione, riapre il tempio di Piazza di Siena
Belen troppo hot a "Tu Si Que Vales": critiche per scollatura da urlo
Confindustria: ora è corsa a due, sfida Vacchi-Boccia
Svaligiata la villa di Allegra Agnelli
Roma brucia, due incendi a Cinecittà e Magliana



wordpress stat