| categoria: attualità, Senza categoria

Rapina ad Hamsik, si vaglia l’ipotesi di un atto di intimidazione

Hamsik, stella del Napoli, rapinato due volte

La rapina a Marek Hamsik potrebbe essere una intimidazione da parte della criminalita’ o di un commando di ultra’, all’interno di un piano per intimidire la squadra del Napoli o tutta la societa’. E’ una ipotesi sulla quale la procura partenopea ha lavorando perche’ quella di ieri pare essere una rapina anomala che andrebbe oltre le finalita’ di impossessarsi di un prezioso orologio Rolex da 25mila euro. Questa mattina in procura si e’ svolto un vertice tra i magistrati e gli investigatori della Digos e qualche elemento utile potrebbe essere tirato fuori dall’esame delle immagini registrate dalla telecamere di sorveglianza nei pressi dello stadio San Paolo. Di sicuro i rapinatori non potevano non riconocere il calciatore e la sua auto gia’ oggetto di una rapina, nel 2011, minacciando con la pistola la moglie di Hamsik incinta. La vettura fu trovata grazie al sistema satellitare di sicurezza. Anche l’anno passato, dopo vari colpi ai danni di calciatori e loro compagne, fu ipotizzata una non casualita’ di quanto accadeva, ma non emersero elementi utili a questa tesi.

Ti potrebbero interessare anche:

Festa in maschera anche sugli sci
MPS/ La Procura apre un nuovo fascicolo sulla morte di Rossi
Putin sprezzante, le sanzioni? Uno stimolo per crescere
Roma orfana al Giubileo. Gabrielli, corsa contro il tempo
Sondaggisti, clima favorevole per outsider come Marchini o Sbai
IL senso del gusto si può "illudere", dipende da udito e tatto



wordpress stat