| categoria: esteri, Senza categoria

VENEZUELA/ 2 – La Farnesina esorta gli italiani a muoversi con cautela

All’indomani della morte di Hugo Chavez il sito ‘www.viaggiaresicuri.it’ della Farnesina invita gli italiani alla prudenza in Venezuela: “Nel mese successivo alla morte del Presidente Chavez, per la quale sono stati decretati sette giorni di lutto nazionale, si svolgera’ la campagna elettorale per le elezioni alla massima carica dello Stato. In tutto il suddetto periodo si raccomanda di adottare, in ogni area del Paese, le piu’ opportune cautele, evitando in particolare manifestazioni e assembramenti”. “La situazione di sicurezza nel Paese risulta molto precaria, con fenomeni di criminalita’ largamente diffusi (aggressioni, anche violente, a scopo di rapina). Particolarmente interessate da tali fenomeni sono la citta’ di Caracas (dove e’ pericoloso anche il tragitto che conduce dall’aeroporto al centro citta’, che si sconsiglia di percorrere durante le ore notturne) e le principali citta’ del Paese. Anche nell’isola di Margarita, importante meta turistica, si e’ registrato negli ultimi tempi un peggioramento delle condizioni di sicurezza con gravi episodi di criminalita’ che hanno visto coinvolti anche cittadini stranieri”. Negli ultimi anni sono considerevolmente aumentati i sequestri di persona a scopo di estorsione, anche a danno di stranieri e di cittadini italiani residenti. Tale fenomeno e’ particolarmente diffuso nelle zone al confine con la Colombia (Stati di Zulia, Tachira ed Apure, dove si sconsigliano viaggi non necessari), e, in diversa misura, in molte aree del Paese, compresa la capitale, dove sono in forte crescita casi di “sequestro lampo”. Alla luce di quanto precede, si consiglia ai connazionali che intendano recarsi in Venezuela di adottare particolare cautela negli spostamenti, soprattutto nelle ore notturne, sia nella capitale, sia nel resto del territorio. Si raccomanda, qualora si abbia intenzione di effettuare escursioni nei principali siti turistici all’interno del Paese (che presentano spesso un certo grado di rischio per le condizioni ambientali o per il livello delle infrastrutture), di affidarsi ad agenzie turistiche e a Tour Operators di comprovata esperienza e professionalita’, che siano in grado di prospettare con chiarezza le condizioni logistiche e di sicurezza che si dovranno affrontare. Si informano tutti i connazionali che intendano recarsi in Venezuela dell’esistenza di controlli antidroga – particolarmente severi -in uscita dal Paese presso l’Aeroporto Internazionale di Maiquetia. Si ricordano i numeri di emergenza del Consolato Generale d’Italia (+58.412.22.00.222) e dell’Ambasciata d’Italia a Caracas (+58.414.272.36.00), da contattare immediatamente in caso di necessita’. Si consiglia inoltre di adottare la massima cautela durante le escursioni nei mari caraibici, in quanto sono stati segnalati atti di pirateria a danno di diportisti nelle acque delle isole prospicienti il Venezuela.

Ti potrebbero interessare anche:

IL PUNTO/ Ma a Cipro serve sul serio la cura da cavallo che ha steso la Grecia?
Asta bot fa il pieno, Piazza Affari corre
PROFILO/ Zawahri, erede di Bin Laden, si riprende la scena
FRANCIA/ Regionali, per i sondaggi dilaga il Front National
HOTEL BUTTERFLY A PIAZZA DI SIENA, MUSICA LIVE E CHEF STELLATI
Appendino indagata per concorso in peculato



wordpress stat