| categoria: politica, Senza categoria

Primo faccia a faccia (inconcludente) Pd-grillini. M5S rivendica la guida di Montecitorio

roberta lombardi, capogruppo M5S alla Camera

Si comincia male, con un dialogo tra sordi. Non coincidono i resoconti e le conclusioni. Messa così sarà dura. In sostanza è durato poco più di mezz’ora al Senato l’incontro tra una delegazione del Pd e del MoVimento 5 Stelle per discutere di una possibile corresponsabilità delle istituzioni parlamentari. Per il Partito Democratico erano presenti, Luigi Zanda, Rosa Calipari e Davide Zoggia. Il MoVimento 5 Stelle ha scelto invece una formula molto più allargata con una rappresentanza molto più alta del previsto tanto che l’incontro è stato spostato dall’ufficio di Zanda alla sala del direttivo del gruppo del Pd. I grillini erano più di dieci, guidati dalla capogruppo designata alla Camera, Roberta Lombardi. All’uscita, nessuno ha voluto rilasciare dichiarazioni. I parlamentari del M5S si sono limitati ad annunciare ai cronisti che registreranno un video-bollettino, per spiegare i contenuti dell’incontro, che sarà poi diffuso sul blog di Beppe Grillo. Soddisfatti invece i commenti da parte democratica. “Un incontro che posso definire positivo. C’è stata una condivisione dell’obiettivo generale, quello di mettere in moto la macchina del Parlamento con le sue articolazioni. Un percorso lungo e nuovo”, ha detto Luigi Zanda. Il parlamentare del Pd ha negato poi che da parte dei Cinque Stelle sia stata rivendicata la presidenza di Montecitorio. “Terremo conto anche della volontà dei cittadini – ha aggiunto Zanda – senza alcuna prevaricazione da parte di nessuno. I parlamentari Cinque stelle e noi condividiamo che chi occuperà le cariche abbia tutte le caratteristiche politiche e personali necessarie. Ma nomi non ne sono stati fatti”. “Alle 19.30 incontreremo una delegazione del Pdl e giovedì della Lega Nord”, ha proseguito. Per capire il punto di vista del M5S occorre rifarsi invece a quanto affermato alla vigilia. “Siamo la prima forza politica alla Camera quindi ci aspettiamo che il voto dei cittadini venga rispettato”, aveva detto la Lombardi arrivando a Palazzo Madama. Precedentemente la parlamentare aveva chiuso a qualsiasi confronto con i democratici. “Andiamo ad ascoltare”, aveva tagliato corto la Lombardi. Un’atteggiamento, sostiene, corroborato dal confronto online. “Ho letto tutti i vostri suggerimenti – scrive sul suo blog – Grazie. Mi avete confermato nella nostra idea di andare ad ascoltare e basta. Noi non facciamo scambi di poltrone ma ci aspettiamo che il voto di 8.000.000 di nostri concittadini sia tenuto da conto”. Concetto reso ancora più forte al momento dell’incontro dal neosenatore dei 5 Stelle Marco Scibona. “Non ci aspettiamo che ci dicano nulla di diverso da quello che ci hanno detto. Andiamo perché è giusto andarci”, ha detto precisando che si tratta di una “formalità”. La Lombardi aveva rinfacciato al Pd anche il rifiuto ad aprire l’incontro alla stampa. “Abbiamo proposto ieri di fare l’incontro a porte aperte e alla presenza della stampa ma il Pd ha declinato l’invito. Vi racconteremo dopo quello che si è detto”, scrive ancora la parlamentare.
Ma a rendere complicato il dialogo tra le due forze politiche c’è anche l’ennesimo violento attacco sferrato da Bepp Grillo sul suo blog quasi in concomitanza con l’avvio dei colloqui al Senato. Il leader del Movimento ha rilanciato infatti un video del Fatto che mostra Pierluigi Bersani e Dario Franceschini che evitano di rispondere ad una domanda sulla richiesta di pronunciarsi per la soppressione del finanziamento pubblico ai partiti. “Franceschini-Bersani fanno ‘scena muta’ sui rimborsi elettorali e “la gente continua a rompere i c…ni al M5S… ma incominciassero a rinunciare ai rimborsi e poi si vede, ‘sti magna magna da 4 soldi. Tutti a casa”, scrive Grillo.

Ti potrebbero interessare anche:

Crolla il gettito dell'Iva, -3,4 miliardi in 10 mesi
Nuova asta di auto blu sul negozio ebay del governo: 33 vetture
Divorzio breve: in vigore le nuove regole
Renzi: "Dal 2016 via tassa prima casa, riduzione fisco mai vista"
Neurologia pediatrica e malformazione della testa dei bambini. A caccia delle cause sul Dna
Raggi, brindisi di fine anno con la stampa: «Non chiedo la luna, solo un po' di tempo»



wordpress stat