| categoria: sanità

Basilicata: alla Regione oltre 1 milione per ‘assistenza ai malati di Sla

Contributi fino ad un massimo di 3 mila euro al mese per le persone affette da sclerosi laterale amiotrofica che necessitano di cure domiciliari a titolo oneroso: un riconoscimento economico per i familiari degli ammalati che li assistono quotidianamente e senza possibilita’ di interruzione. E’ uno degli aspetti disciplinati dal programma attuativo della Regione Basilicata per l’esercizio delle risorse assegnate al fondo per le non autosufficienze (relativo all’anno 2011) per la realizzazione di interventi in tema di Sla, approvato dalla giunta regionale. Lo comunica una nota della Regione Basilicata. Alla Regione Basilicata sono stati assegnati 1.070.000 euro per l’assistenza domiciliare dei malati di Sla, un intervento che si inserisce in un quadro piu’ ampio e strutturato di misure regionali attive tese a favorire la domiciliarita’ nella rete di servizi per la non autosufficienza. ”L’obiettivo – ha spiegato l’assessore regionale alla Salute Attilio Martorano – e’ quello di potenziare l’offerta integrata dei servizi socio-sanitari a favore delle persone affette da Sla, per evitare fratture nella comunita’ assistenziale o eventuali e gravi situazioni di abbandono da parte delle famiglie. La Sclerosi laterale amiotrofica – ha aggiunto Martorano – e’ una patologia fortemente invalidante. Consentire all’ammalato di essere adeguatamente assistito dai suoi cari e tra le mura domestiche, puo’ rappresentare senz’altro una forma di sollievo per l’ammalato e di riconoscimento motivazionale per il familiare che offre le cure”. I contributi economici, informa la nota, saranno erogati a tutte quelle persone affette da Sla residenti in Basilicata da almeno sei mesi, in possesso della certificazione medica comprovante la diagnosi di Sclerosi laterale amiotrofica e lo stato di fragilita’ o della compromissione dell’autonomia personale, gia’ inserite nel percorso assistenziale per le malattie neuromuscolari. L’entita’ del contributo economico e’ stabilita in base a due variabili: il livello di gravita’ della malattia e il ricorso o meno a un aiuto a titolo oneroso. com/rus 151044 MAR 13 NNNN

Ti potrebbero interessare anche:

Basilicata, prenotazioni e referti on line
Stop alla spirale gratuita nei 35 consultori baresi
Al via il "Pronto Soccorso" per problemi sessuali di coppia
ETEROLOGACAOS/2 - Liguria pronta ad avviare l'attività dei centri
Università, meno aspiranti infermieri. Cresce appeal per dietisti e logopedisti
Fertility Day, il ruolo del consultorio familiare nella salute riproduttiva



wordpress stat