| categoria: economia, Senza categoria

Imprese, il 70% chiede prestiti per carenza di liquidità

Sono sempre meno le imprese che vanno in banca per chiedere un finanziamento e il 70% lo fa per mancanza di liquidi. Nel quarto trimestre 2012, si e’ rivolto alle banche il 14% contro il 15,7% del trimestre precedente. Aumentano le imprese che si sono viste rifiutare il credito o lo hanno ottenuto per un ammontare inferiore alla richiesta (dal 35,4% a quasi il 40%) mentre diminuiscono quelle che si sono viste accordare il credito richiesto (dal 31,5% al 30%). Lo rileva l’Osservatorio sul credito di Confcommercio. Le imprese hanno difficolta’ a fare fronte al proprio fabbisogno finanziario e per la prima volta dall’inizio della crisi nel 2008, sono colpite anche quelle del Nord-Est. Tra i motivi delle richieste di finanziamento prevalgono le difficolta’ di liquidita’ o di cassa (per il 70% delle imprese), mentre la necessita’ di fare investimenti riguarda solo il 20%. (Rimane sostanzialmente stabile nel quarto trimestre 2012 sia la percentuale delle imprese che sono riuscite a far fronte al proprio fabbisogno finanziario senza difficolta’ (30,6 rispetto al 30,8 del trimestre precedente), sia la quota di imprese che ci sono riuscite ma con difficolta’ (49,5% contro il 49,9%). Aumenta invece il numero di imprese che non sono riuscite a fronteggiare il proprio fabbisogno (passate dal 19,3% al 19,9%). Fra i tre comparti presi in considerazione, quello dei servizi – rileva Confcommercio – ha le maggiori difficolta’ finanziarie “anche se per l’immediato futuro le previsioni sono allineate a quelle del commercio e del turismo. Si conferma la dicotomia fra il Mezzogiorno e il resto del Paese, con le imprese del Sud piu’ in affanno rispetto a quelle del centro e soprattutto del Nord Italia”. La percentuale di imprese del terziario che nel quarto trimestre 2012 si sono rivolte alle banche per un fido, un finanziamento, la rinegoziazione di un fido o di un finanziamento esistente e’ risultata piu’ contenuta rispetto a quella rilevata tre mesi prima (14% rispetto al 15,7%). Nell’ambito di quel 14% di imprese che si sono rivolte al sistema bancario per ottenere credito, il 30,2% lo ha ottenuto con un ammontare pari o superiore rispetto a quello richiesto, il 17,2% con un ammontare inferiore, il 21,4% ha visto rifiutata la domanda di credito, l’11,4% e’ in attesa di conoscere l’esito della richiesta e il 22,9% e’ intenzionato a formalizzare l’istanza di credito nel prossimo trimestre.

Ti potrebbero interessare anche:

Operativo fino al 15 settembre il piano anticaldo
Pranzo "segreto" tra Obama e Hillary Clinton alla Casa Bianca
MPS, prende sempre più corpo l'ipotesi di aggregazioni. Titolo a picco
MONTAGNA/ L'Abruzzo si prepara alla stagione sciistica, sdoganato il fuoripista
Inchiesta petrolio, l'ex ministro Guidi di nuovo dai pm
La Lega alla conquista di Viterbo



wordpress stat