| categoria: attualità

Mediaset, sì al legittimo impedimento: “Impegno al Senato gravoso per il Cav”

I giudici di Milano hanno accolto la richiesta di legittimo impedimento per Silvio Berlusconi presentata dal sostituto processuale nominato dagli avvocati Ghedini e Longo, nell’ambito del processo Mediaset. Hanno giudicato “l’impegno al Senato assorbente” per l’ex premier. Il Cavaliere è imputato per frode fiscale Nell’udienza di oggi al processo Mediaset al tribunale di Milano, il procuratore generale Laura Bertole’ Viale ha chiesto che vengano specificate le ragioni del legittimo impedimento di Silvio Berlusconi, presentato dal sostituto processuale nominato dagli avvocati Ghedini e Longo. L’ex premier e’ imputato per frode fiscale. Secondo il procuratore generale, dalla documentazione presentata dalla difesa non si capisce se il fattore di legittimo impedimento riguardi la necessita’ di Berlusconi di essere presente in Parlamento per il voto, oppure sia basata su motivazioni di salute. In quest’ultimo caso, Viale ha chiesto disposizione di visita fiscale. Qualora invece si dovesse trattare di impedimento dovuto a ragioni parlamentari, il pg ha richiesto la presentazione di documentazioni piu’ ampie.

Ti potrebbero interessare anche:

Rifiuti, contro la bocciatura del Tar la Regione ricorre al Consiglio di Stato
ELEZIONI/ C'è anche Scilipoti, n.6 al Senato per la Calabria
CARCERI/ Sappe: 'A Torino poliziotto spara a ispettore e lo uccide'
Yara, Bossetti verso l’ergastolo
Fermo, i funerali di Emmanuel. L'ultrà fermato: "È vero, l'ho insultata"
ROMA SHOCK/ Molotov contro il camper, nel rogo morte tre rom.



wordpress stat