| categoria: In breve, Senza categoria

In tre anni calato il costo (6%) di biglietti aerei e hotel

Negli ultimi tre anni il costo medio del biglietto aereo è diminuito del 6% per i voli nazionali, mentre per effetto della concorrenza sull’alta velocità i biglietti ferroviari hanno fatto registrare, nel secondo semestre del 2012, un calo medio di 3 euro. A rilevarlo è la Business travel survey 2013 di Uvet American Express, indagine periodica compiuta su un campione di 700 aziende clienti con spese di viaggio comprese tra 20 mila e 15 milioni di euro all’anno. Dall’ultima edizione dell’indagine emerge che i prezzi medi dei biglietti aerei sono rimasti invariati per i voli europei mentre sono aumentati del 2% per i voli internazionali. Analogamente nel 2012 in tutte le principali città italiane il prezzo medio di un pernottamento in alberghi 3 o 4 stelle è in discesa. Firenze ha fatto rilevare la variazione più consistente con 21 punti percentuali in meno rispetto al secondo semestre del 2011 che la fanno diventare città italiana più conveniente con 97 euro medi a notte. Anche negli hotel della capitale c’è stata una diminuzione notevole: 19 euro in meno a pernottamento che la fanno avvicinare alla soglia dei 100 euro (104). Dieci euro in meno a notte si spende a Genova per una stanza, arrivando appena sotto i 100 euro (99). Più lieve la discesa dei prezzi a Milano (da 128 euro del secondo semestre 2011 ai 125 dello stesso periodo del 2012), più marcata a Venezia (da 166 a 160 euro) che rimane la più cara d’Italia. Napoli è l’unica realà che ha mantenuto invariato il costo medio degli hotel dal secondo semestre 2011 al secondo semestre 2012: da 101 a 102 euro.

Ti potrebbero interessare anche:

Civitavecchia, l'acqua è di nuovo potabile
Mannoia all'alba in jazz, non dico no
MAFIA CAPITALE/ Procura chiederà la riunione dei processi Alemanno e Venafro
Mercoledì al Quirinale le associazioni di disabili
Imbarchi blindate, lunghe code sul Ferragosto
Sparò e uccise ladro, assolto in Appello



wordpress stat