| categoria: sanità, Senza categoria

Manager della sanità troppo esposti alla politica, pochi Dg resistono fino a fine mandato

Manager della sanita’ pubblica ancora troppo esposti ai ‘venti della politica’. Secondo i dati del Rapporto Oasi 2012 (l’Osservatorio sulla funzionalita’ delle Aziende sanitarie del Cergas Bocconi), presentato oggi dalla Fiaso, in media i direttori generali di Asl e ospedali restano in carica 3 anni e mezzo, meno della durata di cinque anni prevista da contratto, mentre diversi dg continuano a ricoprire il loro incarico per un solo anno. Una instabilita’, ha commentato il presidente della Federazione di Asl e ospedali, Valerio Fabio Alberti, che ”certamente non favorisce quel, da piu’ parti auspicato, passo indietro della politica dalla gestione sanitaria” per la quale ”solo management qualificato e nominato con criteri selettivi e trasparenti puo’ garantire una maggiore autonomia delle aziende e il loro migliore funzionamento”. Un management piu’ qualificato, peraltro, secondo Alberti ”fa risparmiare di piu’ di quanto facciano tagli lineari e ticket”.

Ti potrebbero interessare anche:

Politiche, affluenza in calo (55,17%). Boom alle Regionali. Urne aperte fino alle 15
Governo due volte ko sulle province, poi accordo sul filo
Asl di Viterbo, in arrivo negli ospedali 14 nuovi infermieri. Basteranno?
Precipita ultraleggero a Stromboli: morti pilota e passeggero
Autismo, il 2 aprile è la giornata mondiale
DAI GAY ALLA LEGGE MANCINO, BUFERE INTORNO A FONTANA



wordpress stat