| categoria: gusto

Non sfonda la macchina da caffè a cialde. Gli italiani preferiscono la vecchia Moka


Il monoporzionato ha certamente rivoluzionato il mercato negli ultimi anni, prima con le cialde e poi con le capsule. Eppure da una recente indagine di AperteMente per l’Istituto Internazionale Assaggiatori Caffè (www.assaggiatoricaffe.org).emerge che solo il 14% degli italiani ha in casa una macchina a cialde o capsule. Una percentuale sicuramente interessante, ma comunque una fascia di popolazione ancora ridotta rispetto al totale. L’indagine rivela anche le motivazioni dell’utilizzo sono soprattutto la comodità, intesa come praticità d’uso e il fatto di non sporcare. Inoltre chi usa il monoporzionato ritiene che la qualità del prodotto finale sia buona e apprezza l’assortimento e la varietà di scelta. Interessante notare come la propensione all’uso cresca con la scolarità: se tra chi ha frequentato solo la scuola dell’obbligo l’uso è al 7%, cresce invece al 18% tra chi un titolo di studio superiore

Ti potrebbero interessare anche:

In Belgio nasce il "birradotto": tubi al posto dei camion
Tuscia, è tempo di castagne, centocinquanta feste in un mese
Al Sigep sarà presentato un dossier sul consumo di pane e dolci in Italia
NUOVE APERTURE: ACHILLI LANCIA IL SECONDO RISTORANTE ROMANO AL D.O.M HOTEL
Con cucina molecolare tonno e fasolari 'ready to eat'
Cna, pizza superbusiness che in Italia fattura 15 miliardi



wordpress stat