| categoria: sport

E’ già valzer di panchine, Mourinho, Ancelotti, Mazzari. E la Roma?

E’ gia’ valzer delle panchine. Non passa giorno che non vengano disegnati futuri scenari per molti club, italiani e non, che nella prossima stagione potrebbero avere un nuovo allenatore. Non sara’ il caso del Barcellona, il cui presidente Sandro Rosell ha voluto ribadire piena fiducia in Tito Vilanova, ”che sta andando oltre le nostre aspettative”. La ‘telenovela’ che piu’ appassiona e’ quella di Jose’ Mourinho, la cui storia con il Real Madrid sembra essere arrivata al capolinea. Lo ‘Special One’ sogna di vincere la ‘decima’ (e sua terza personale) Champions e poi andarsene da trionfatore, come fece all’Inter, e parla di ”ritorno al passato” alludendo probabilmente al suo desiderio, ricambiato, di una nuova esperienza al Chelsea. Pero’ ‘Mou’ ha parlato anche di ”cose che stanno per succedere e che nessuno immagina” ed ecco quindi che torna in ballo l’ipotesi Paris St. Germain, visto che Carletto Ancelotti dovrebbe essere il successore proprio del portoghese sulla panchina del Real. Il potentissimo agente Jorge Mendes, che cura gli interessi sia di Mourinho che di Cristiano Ronaldo, potrebbe infatti ‘pilotare’ a Parigi i suoi due illustri assistiti, specie, nel caso di CR7, se dalla capitale francese andasse via il sempre piu’ irrequieto Ibrahimovic: non e’ un caso che nei giorni scorsi sia venuta fuori l’ipotesi di un suo ritorno alla Juve, nonostante il problema di un ingaggio insostenibile per gli attuali parametri bianconeri. In Italia sono molti i possibili passaggi di panchina. Pioli ora sembra piu’ saldo su quella del Bologna, nonostante la corte di Roma e Napoli. Mazzarri sogna l’Inter, ma dovra’ attendere perche’ Moratti non ha preso le sue decisioni. Massimiliano Allegri a parole e’ stato confermato dal Milan, ma non si sa mai: dovesse andarsene, il tecnico livornese potrebbe prendere in considerazione la proposta della Roma. Proprio a Trigoria stanno cercando di capire quale debba essere il futuro: l’allenatore va scelto adesso, e non in estate, per poter impostare meglio il lavoro ma le idee non sembrano essere molto chiare, in attesa di decifrare meglio il lavoro di Aurelio Andreazzoli. Sicura la permanenza di Conte a Torino, sponda bianconera: non a caso il tecnico juventino, assieme al d.g. Marotta ha incontrato Giovanni Branchini per parlare del bomber uruguayano Luis Suarez.

Ti potrebbero interessare anche:

Capello: chiuderò la carriera in Russia
La Roma non spreca l'occasione, liquidato il Verona. Ora è a -6 dalla Juve
Falliscono Siena e Padova, niente iscrizione al campionato
Volley, solo argento per l'Italia, vince il Brasile
CALCIOMERCATO: GIÙ SIPARIO, TORO SCATENATO, INTER-KARAMOH, MBAPPÈ-PSG
L’INTERVISTA/ La lezione di vita di “D’Artagnan”



wordpress stat