| categoria: Roma e Lazio, Senza categoria

Inchiesta sull’acquisto di bus, arrestato Mancini, ex manager di Eur spa

L’ex amministratore delegato di Eur Spa (societa’ partecipata da Roma Capitale) Riccardo Mancini e’ stato arrestato dagli uomini del Nucleo polizia tributaria della Guardia di Finanza di Roma. L’inchiesta e’ quella relativa alla fornitura di filobus da Bredamenaribus Spa a Roma metropolitane, nella quale si ipotizzano corruzione e false fatturazioni. Gli uomini della Gdf stanno effettuando anche una serie di perquisizioni finalizzate all’acquisizione di documenti. Mancini, uno dei fedelissimi del sindaco di Roma, Gianni Alemanno, si dimise dalla carica di amministratore delegato dell’ente Eur in concomitanza con la diffusione di notizie relative al suo coinvolgimento nell’ inchiesta sull’appalto dei bus destinati a circolare nel cosiddetto ‘corridoio Laurentina’ ma mai entrati in servizio. Nell’inchiesta del pm Paolo Ielo sono indagate almeno otto persone: oltre a Mancini, sono Roberto Ceraudo (ex Ad di Breda Menarini, colui che per l’accusa avrebbe versato la mazzetta); l’imprenditore Edoardo D’Inca’ Levis, il quale ha sostenuto di aver predisposto il ‘fondo nero’ per la tangente; Lorenzo Borgogni, ex responsabile delle relazioni esterne di Finmeccanica; Lorenzo Cola, ex consulente esterno del colosso della difesa; Marco Iannilli, commercialista di Cola; due dirigenti di Breda Menarini, una delle aziende fornitrici dei bus, in carica nel 2009.

Ti potrebbero interessare anche:

Allerta in Siria, richiamati riservisti. Verso lo scontro finale
Umbria, specializzandi in tutte le Asl
Marino firma l'ordinanza per i tagli allo staff del Campidoglio, via 14% collaboratori esterni
MOSTRE/ Leonardo mai visto nella Milano dell'Expo
Retata anti Ncc irregolari, ritirate 67 carte di circolazione
Al Bano operato a Roma dopo attacco cardiaco: "Ora sto bene"



wordpress stat